gestionale telefonia Gestionale Telefonia

Ricerca Oxfam, i 7 paperoni d'Italia hanno come il 30% dei cittadini

La disuguaglianza cresce in Italia. I primi sette miliardari italiani indicati nella classifica di Forbes possiede quanto il 30% dei concittadini piu' poveri.

L'1% piu' ricco degli italiani possiede il 25% della ricchezza nazionale: si tratta di un valore 30 volte superiore a quello attribuibile al 30% piu' povero della popolazione.

Questa la ''fotografia'' della diseguaglianza in Italia scattata dall' Ong Oxfam che, in occasione dell'avvio del World Economic Forum di Davos ha diffuso il rapporto ''Un'economia per il 99%'',- il rapporto che sin dal 2015 vede l'1% della popolazione mondiale possedere la ricchezza netta equivalente al rimanente 99. Lo studio - basato sulle stime del Credit Swisse - contiene anche un capitolo dedicato al Belpaese. I molti dati descrivono un aumento della diseguaglianza in Italia: l'1% piu' ricco degli italiani, che nel 2015 possedeva il 23% della ricchezza nazionale, arriva nel 2016 al 25% del totale. Oxfam ha elaborato i dati dividendo la popolazione italiana in diversi gruppi e attribuendo loro i valori della ricchezza nazionale netta, che lo scorso anno, si e' attestata a 9.973 miliardi di dollari.

Il 20% della popolazione piu' ricca detiene da sola poco piu' del 69% di questo valore nazionale, il successivo 20% controlla il 17,6% della ricchezza. Rovesciando la piramide si scopre che il rimanente 60% dei concittadini possiede appena il 13,3% del totale. Le diverse elaborazioni consentono comunque di verificare che il divario e' fortissimo: basta pensare che il 10% dei piu' ricchi ha oltre 7 volte di piu' della meta' della popolazione.

"Nel 2016 la ricchezza detenuta dall'1% piu' ricco degli italiani e' stata 415 volte quella detenuta dal 20% piu' povero della popolazione italiana - ha affermato la direttrice di Oxfam Italia, Elisa Bacciotti - Anche il divario nei livelli di reddito inoltre continua a crescere esponenzialmente, a spese di un ceto medio sempre piu' impoverito".

 

HTML 5 CSS 3
Powered by
GO Infoteam