Agricoltura, confronto bipartisan a Pescara

Confronto sul tema degli alimenti del futuro nella sala Figlia di Jorio della Provincia di Pescara. L’incontro, dal titolo “Vino cancerogeno? Insetti cibo del futuro? Tra rischi alimentari e danni al Made in Italy” ha visto la partecipazione del capogruppo della Lega in Regione, Vincenzo D’Incecco, di Mauro Febbo, Capogruppo di Forza Italia e del consigliere regionale del Partito Democratico Dino Pepe oltre a operatori del settore vitivinicolo e cerealicolo.

A moderare i lavori è stato Lorenzo Valloreja, Direttore Responsabile de l’Ortis, responsabile dell’Area Metropolitana per il partito di Paragone, Italexit.

Il primo a prendere la parola è stato Dino Pepe che ha dichiarato: “i momenti difficili possono anche essere delle occasioni per reinventarsi e ripartire. Bisogna puntare su di un etichettatura che sia quanto più possibile completa. L’utente ha diritto di sapere, non solo da dove proviene il vino, chi lo ha imbottigliato, se contiene solfiti o la gradazione, ma anche chi ha potato la vite e cose di questo genere che indichino la completa filiera d’origine. Più indicazioni diamo, più l’utente è rasserenato. Bisogna in altri termini abbassare sempre più la quota del vino sfuso e parallelamente innalzare quella delle DOC, DOCG e IGP”.

Subito dopo Dino Pepe, è stata la volta del capogruppo della Lega, D’Incecco, il quale ha, invece, esposto il fatto che: “la tutela degli interessi abruzzesi non può mai prescindere da un’azione politica che miri tanto ad un intervento culturale sulle masse, quanto, sulle nuove generazioni, in particolare. A livello locale la classe dirigente deve essere compatta per tutelare gli interessi dell’Abruzzo e fungere da cassa di risonanza dei propri cittadini, sia a Roma che a Bruxelles”.

Ultima riflessione quella dell’ex assessore regionale all’agricoltura Mauro Febbo il quale, ha sottolineato come: “su tematiche legate all’agricoltura vi è stata sempre la massima disponibilità e ragionevolezza da parte di tutte le forze presenti in Consiglio.  I cittadini, in fondo, consumano sempre quegli alimenti che danno delle garanzie di sicurezza”.

 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Roseto, 35enne ai domiciliari per spaccio

 I carabinieri di Roseto degli Abruzzi anno rintracciato e sottoposto agli arresti domiciliari un 35enne …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *