Asl di Pescara: riconosciuta l’eccezionale attivita’ svolta dagli operatori sanitari durante l’emergenza covid-19

“Nella giornata di ieri, la CISL FP, ha sottoscritto un importante accordo decentrato presso la ASL di Pescara che riconosce l’eccezionale attività svolta dagli Operatori Sanitari durante la gestione dell’emergenza epidemiologica determinata dal diffondersi del COVID-19 nel periodo compreso tra il 1 marzo e 30 aprile”. Lo afferma Vincenzo Mennucci,  Segretario Generale  CISL FP Abruzzo e Molise.

“L’importante accordo decentrato, è frutto della sostanziale modifica adottata in sede regionale al primo ed inefficace accordo che aveva ricevuto il consenso di pochissime sigle sindacali e che secondo la CISL FP, non garantiva il giusto riconoscimento a tutti i lavoratori impegnati nell’emergenza epidemiologica. Di fatti, l’accordo da noi non sottoscritto ed arenatosi, prevedeva solo due fasce di valorizzazione, la prima da 35 € e la seconda da € 15 euro giornalieri e non ricomprendeva i lavoratori interinali che hanno dato un importante contributo alla salvaguardia della collettività. Il secondo accordo invece, fortemente voluto dalla CISLFP e che ha ricevuto ampia condivisione tra le Organizzazioni sindacali, oltre a prevedere il riconoscimento delle lavoratrici e dei lavortori interinali, ha previsto tre fasce economiche di valorizzazione del personale:

-Fascia A, € 40 giornalieri per gli operatori che hanno svolto in maniera continuativa l’attività diretta ai pazienti COVID-19;

-Fascia B, € 20 giornalieri per gli operatori che hanno svolto in maniera saltuaria l’attività ai pazienti COVID-19;

-Fascia C, € 5 giornalieri per coloro che hanno prestato servizio a supporto delle attività emergenziali di lotta al COVID-19.

La CISLFP, oltre alla soddisfazione per l’importante accordo sottoscritto per le lavoratrici ed i lavoratori della ASL di Pescara, evidenzia di essere ulteriormente appagata dalle modalità di lavoro e condivisione registrate durante le procedure di contrattazione con l’Azienda, la quale ha valorizzato in pieno gran parte degli emendamenti CISL FP presentati durante gli incontri utili all’intesa. Il contratto decentrato sottoscritto presso la ASL di Pescara, essendo il primo siglato in Regione Abruzzo, darà senz’altro il via alle trattaive presso le altre Aziende Sanitarie abruzzesi, a cui la CISL FP, ovviamente, nei giorni scorsi ha inviato ufficiale richiesta di convocazione al fine di addivenire in tempi brevi al riconoscimento del lavoro svolto dai tanti operatori del sistema sanitario regionale”.



 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Il sindaco di Tagliacozzo Giovagnorio esprime solidarietà alla stampa dopo l’attacco del direttore generale della Asl1 Testa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *