Guardiagrele, alla vigilia dello screening di massa il governatore Marsilio incontra il sindaco Di Prinzio

Nella mattinata di oggi, alla vigilia dello screening di massa previsto per sabato 23 e domenica 24 gennaio si è svolto l’incontro tra il presidente della regione Abruzzo Marco Marsilio e il sindaco di Guardiagrele Donatello Di Prinzio. Presente alla riunione anche Lucilla Gagliardi, responsabile PTA di Guardiagrele. «Finalmente domani inizierà lo screening sulla popolazione di Guardiagrele» – afferma il Sindaco – «abbiamo azionato una macchina organizzativa efficiente, in grado di garantire la massima sicurezza per tutta l’operazione. Sono stato in contatto con la Regione e il direttore generale della Asl Thomas Schael da quando agli inizi di gennaio i contagi erano iniziati ad aumentare costantemente. Pongo l’attenzione, vista la vicinanza del presidente Marsilio dimostrata dalla sua presenza qui oggi, per ribadire l’importanza e le necessità del PTA di Guardiagrele diretto dalla Dott.ssa Gagliardi».

 

Entrando nel merito della questione, infatti, Di Prinzio rimarca le difficoltà materiali e strumentali del reparto di radiologia. «Attualmente la radiologia di Guardiagrele è operativa dalle ore 8.00 alle ore 12.00. In un periodo come questo, ad esempio, in cui una tac e un rx toracico sono esami importanti per monitorare la situazione nei pazienti che hanno contratto il Covid 19, potrebbe invece, essere in attività anche per dodici ore. C’è necessità di personale che potrebbe lavorare nel nostro PTA in modo da agevolare un decongestionamento dei presidi maggiori come Chieti. L’ho fatto già presente al Direttore generale, chiedo al Governatore un impegno concreto in modo da potenziare la medicina del territorio che sarebbe, dunque, l’anello di congiunzione per una sinergia di cui potrebbero beneficiare non solo i cittadini di Guardiagrele e dei comuni vicini ma dell’intera Regione».

 

Per quanto riguarda l’impatto mediatico delle notizie di questi ultimi giorni Di Prinzio confrontandosi con Marsilio ci tiene a sottolineare come l’importanza della corretta informazione sia fondamentale e afferma: «si è parlato di Guardiagrele anche sulla stampa estera, noi vogliamo rassicurare tutti, e dire che non esiste nessun “caso” ma solo una maggiore attenzione del servizio di prevenzione della Asl proprio per circoscrivere i contagi per cui la situazione è sempre stata sotto controllo, con dei numeri in crescita ma mai sfuggiti di mano. Chiediamo alla Regione di, quando il momento lo permetterà, impegnarsi al massimo nell’attività di promozione di tutto quanto di bello c’è nel nostro Comune affinché i settori del turismo, del commercio e tutto l’indotto, ripartano nel miglior modo possibile». Infine Di Prinzio ha concluso: «invito tutti a partecipare ringrazio a nome della città tutto il personale medico e sanitario che ha scelto di mettere a disposizione gratuitamente le proprie competenze e professionalità, un gesto di grande solidarietà per il quale tutti dobbiamo essere riconoscenti».

Oggi si è conclusa la prima parte dello screening dell’istituto superiore con 253 test eseguiti di cui 1 risultato positivo.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Rischio idrogeologico, al Comune di San Giovanni Teatino oltre 1milione e 200mila euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *