Il Comune di Francavilla al Mare si mobilita in soccorso della popolazione ucraina

Le drammatiche notizie che ci arrivano dall’Ucraina non possono lasciarci indifferenti. La macchina della solidarietà e della fratellanza dei comuni italiani continua ad adoperarsi per accogliere cittadini ucraini, in fuga dalle zone di guerra, e per mostrare vicinanza con gesti concreti. Anche il Comune di Francavilla al Mare si mobilita in soccorso della popolazione ucraina: il Sindaco Luisa Ebe Russo e l’Assessore alle Politiche Sociali Leila Di Giulio chiedono alla cittadinanza francavillese di offrire, per quanto possibile, la propria collaborazione. “E’ bene chiarire che la sistemazione definitiva  della cittadinanza proveniente dall’Ucraina viene disposta dal Ministero dell’Interno e quindi dalle Prefetture”, precisa il Sindaco Russo, “ma siamo in una situazione di emergenza e quindi, per tutto il tempo che sarà utile e necessario, faremo la nostra parte”
Quanti fossero interessati a dare ospitalità, in attesa di una sistemazione definitiva, ai cittadini provenienti dall’Ucraina, potranno contattare l’Ufficio Servizi Sociali  ai seguenti recapiti 085 4920288/ 085 4920243.
A seguito delle offerte, i Servizi Sociali provvederanno a stilare un elenco delle unità abitative, messe gratuitamente a disposizione dei profughi, con attenzione particolare nei confronti di donne, bambini, anziani, soggetti fragili e nuclei familiari.
E’ opportuno ricordare che rivolgendosi alle Associazioni che in queste ore si stanno adoperando, è possibile partecipare alla raccolta solidale di indumenti, cibo, medicinali e denaro da inviare alla popolazione ucraina: “C’è una grande mobilitazione delle associazioni per la raccolta di beni da inviare alle popolazioni colpite dalla guerra. Ieri è partito il primo carico”, conclude il Sindaco, “Prego i rappresentanti delle varie associazioni di segnalarci modalità e tempi di eventuali raccolte in atto, in modo da poterne dare evidenza su ogni canale”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

IASRIC, convegno nazionale sulla Seconda guerra mondiale

L’Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea (IASRIC), promuove due giornate di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *