Anas, bando da 80 milioni per i lavori della nuova segnaletica

Anas, società del gruppo Fs, nell’ambito della manutenzione programmata sulla propria rete di strade e autostrade, ha lanciato un bando, pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale, del valore di 80 milioni di euro per lavori di nuova segnaletica verticale. “Con gli investimenti destinati alla manutenzione programmata – ha dichiarato l’amministratore delegato di Anas Massimo Simonini – stiamo lavorando per migliorare tutti gli aspetti dell’infrastruttura stradale: dalle barriere di protezione ad alta efficienza progettate da Anas alle nuove pavimentazioni, dalla segnaletica stradale all’illuminazione di strade e gallerie per migliorarne la visibilità. Il nuovo bando da 80 milioni di euro per lavori di nuova segnaletica verticale ha l’obiettivo di potenziare la sicurezza e il comfort di guida dei viaggiatori sulla nostra rete viaria. Già nel corso del 2019 e del 2020, abbiamo appaltato 57 interventi per un valore d’investimento di 52,5 milioni di euro”. Il bando è suddiviso in 16 lotti, da 5 milioni ciascuno, per l’affidamento di altrettanti accordi quadro di durata quadriennale e ripartiti in tutte le strutture territoriali di Anas: Sicilia (lotto 1); Sardegna (lotto 2); Calabria (lotto 3); Basilicata (lotto 4); Puglia (lotto 5); Campania (lotto 6); Lazio (lotto 7); Abruzzo e Molise (lotto 8); Marche (lotto 9); Umbria (lotto 10); Toscana (lotto 11); Emilia-Romagna (lotto 12); Veneto e Friuli Venezia Giulia (lotto 13); Lombardia (lotto 14); Liguria (lotto 15); Piemonte e Valle D’Aosta (lotto 16). Gli appalti, di durata quadriennale, saranno attivati mediante Accordo Quadro che garantisce la possibilità di avviare i lavori con la massima tempestività in relazione alla programmazione della manutenzione delle strade.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Rigopiano, stanziato un contributo di 40mila euro per il giardino della memoria delle vittime

“L’Ufficio di Presidenza ha dato mandato alla direzione amministrativa del Consiglio regionale per il riconoscimento, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *