‘Banda della marmotta’ a Fara San Martino, tre arresti

I carabinieri di Lanciano hanno sgominato la cosiddetta ‘banda della marmotta’, di provenienza pugliese, che lo scorso 9 ottobre, alle 2.30, assalto’ il bancomat della banca Bper a Fara San Martino. Filiale semidistrutta e bottino di soli 100 euro con altri 32 mila euro sparsi all’interno e all’esterno, subito recuperati. Ora emessi provvedimenti cautelari dal gip di Chieti Andrea Di Berardino, su richiesta del pm Marika Ponziani, che ha portato in carcere un 32enne di Stornara, mentre vanno ai domiciliari un compaesano 35enne e un 29enne di Orta Nova; tutti sono indagati per concorso in fabbricazione e detenzione di materiale esplosivo e furto aggravato continuato. L’operazione e’ stata denominata One Day perche’ i tre erano gia’ stati identificati nella stessa giornata del fallito colpo. Uno di loro, rimase ferito da una scheggia dell’Atm conficcatasi all’addome e venne scaricato dai complici davanti all’ospedale di Vasto dove e’ stato operato. I militari frentani, coordinati dal tenente colonnello Vicenzo Orlando, hanno ora chiuso l’indagine dopo specifici approfondimenti e riscontri indiziari, frutto di frammenti video fatti col cellulare da alcuni faresi usciti in strada dopo il potente scoppio, e dalle telecamere pubbliche e della stessa Bper. I malviventi erano fuggiti a bordo di una Fiat Panda rubata a Perano. La sera del fallito colpo uno dei tre fu trovato in possesso dei documenti e di capi di abbigliamento del ferito ricoverato a Vasto e aveva anche una pistola, per cui ha avuto un altro provvedimento cautelare per possesso illegale di armi.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Strada dei Parchi sollecita l’approvazione del Pef per le recinzioni in autostrada

Strada dei Parchi SpA, a seguito dei recenti e nuovi episodi di attraversamento della fauna …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *