Barbato: modello Chieti per il rafforzamento e la sensibilizzazione nel ricordo delle vittime delle mafie

“Qui a Chieti noi facciamo cosi’: mi piace parlare di un modello Chieti per il rafforzamento e la sensibilizzazione nel ricordo delle vittime delle mafie”. Lo ha detto stamane il prefetto di Chieti, Giacomo Barbato, presentando l’edizione 2019 del premio “Paolo Borsellino” giunto alla sua 24/a edizione. Il tema di quest’anno e’ stato “Gli uomini passano, le idee restano e camminano su altre gambe”. Il premio quest’anno e’ stato attribuito a Giovanni Russo, procuratore aggiunto della Direzione Nazionale Antimafia e ad Alberto Benedetti consigliere del Csm. “Il modello Chieti di cui parla il prefetto – ha detto Russo – e’ simbolo di tutte le scuole di Italia che ricordano la lotta alle mafie. Sono emozionato – ha continuato Russo – di ricevere questo premio perche’ ho vissuto da vicino quella che e’ stata la lotta alla mafia condotta da un amico di Paolo Borsellino che era il giudice Falcone”. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Ecco i nuovi “maestri” di fattoria. In Abruzzo 43 nuove fattorie didattiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *