Caldo, Pescara è tra la città da “bollino rosso”

Pescara domenica 24 luglio sara’ una delle 19 citta’ italiane da bollino “rosso”, secondo il Bollettino sulle ondate di calore del ministero della Salute, relativo a 27 citta’. Al momento le temperature vanno dai 33 gradi della costa agli oltre 35 registrati nell’entroterra e, in particolare, in Val Pescara. Letteralmente prese d’assalto, complice il weekend, le spiagge, dove si registra il tutto esaurito. Tante anche le persone che hanno cercato di rinfrescarsi nei parchi e nelle aree verdi cittadine. Le ondate di calore, precisa il Bollettino del ministero, si verificano quando si registrano temperature molto elevate per piu’ giorni consecutivi, spesso associate a tassi elevati di umidita’, forte irraggiamento solare e assenza di ventilazione. Il bollino rosso indica “condizioni di emergenza (ondata di calore) con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche. Tanto piu’ prolungata e’ l’ondata di calore, tanto maggiori sono gli effetti negativi attesi sulla salute”. Proprio per questo, suggerisce il ministero, e’ opportuno evitare di esporsi “al caldo e al sole diretto nelle ore piu’ calde della giornata (tra le 11 e le 18)”, evitare “le zone particolarmente trafficate”, uscire solo “nelle ore piu’ fresche”, evitare “l’attivita’ fisica intensa all’aria aperta durante gli orari piu’ caldi”, indossare “indumenti chiari, leggeri, in fibre naturali (es. cotone, lino)”, bere “liquidi, moderando l’assunzione di bevande gassate o zuccherate, te’ e caffe'”, seguire un’alimentazione leggera, contattare il medico “in presenza di sintomi dei disturbi legati al caldo”

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Badante ruba un gioiello e lo vende in un compro oro a Teramo

Controlli dei carabinieri intensificati nel teramano che hanno portato a identificare 3 persone che non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *