Chieti, scopertura una frode carosello sui carburanti da 130 milioni

Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Chieti ha smascherato una presunta “frode carosello” nel settore del commercio di carburante per autotrazione con la sistematica evasione dell’Iva che permetteva di collocare sul mercato i prodotti petroliferi “sotto costo”. E’ stata contestata alla societa’ l’evasione di oltre 130 milioni di euro di imposta sul valore aggiunto; inoltre sono state denunciate 6 persone presunte responsabili di varie condotte delittuose tra le quali la dichiarazione fraudolenta mediante l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti e la sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e presentazione di dichiarazione infedele.

Nel corso degli accertamenti e dei riscontri sono state individuate una serie di societa’ che sistematicamente emettevano fatture per operazioni inesistenti al fine di consentire l’evasione dell’imposta sul valore aggiunto da parte di un deposito di prodotti petroliferi ubicato in provincia di Chieti che poteva cosi’ commercializzare i prodotti petroliferi a prezzi “fuori mercato”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Premio Borsellino, progetto educativo EARTH DAY: il rispetto delle regole salva l’ambiente

Torna per il quarto anno consecutivo in Abruzzo il progetto educativo “EARTH DAY: il rispetto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *