Contagi nelle Rsa, fascicolo aperto in Procura

E’ stato aperto un fascicolo in Procura, a Pescara, per cercare di ricostruire quanto accaduto in una rsa di Montesilvano dove oltre 50 ospiti e una decina di operatori sanitari sono risultati positivi al Covid-19. Nella struttura si sono registrati anche dei decessi. Ieri c’e’ stato un sopralluogo dei carabinieri del Nas di Pescara, che gia’ avevano ispezionato la rsa nei giorni scorsi. Al momento non ci sono indagati. Obiettivo degli accertamenti e’ quello di ricostruire la catena dei contagi, di appurare che i decessi siano riconducibili al coronavirus e di verificare eventuali ipotesi colpose di epidemia. I militari del Nas stanno acquisendo le cartelle cliniche non solo all’ospedale di Pescara, dove sono stati trasferiti alcuni degli ospiti contagiati, ma anche nel presidio sanitario di Chieti, nell’ambito dell’inchiesta su una vicenda analoga avvenuta in una casa di riposo di San Giovanni Teatino in cui e’ risultata positiva al Covid-19 piu’ della meta’ degli ospiti.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Chieti, sanità sotto choc per l’inchiesta sulle forniture di protesi cardiache

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *