Covid hospital di Pescara pieno, si pensa alla convenzione con strutture private

Il Covid Hospital di Pescara, struttura realizzata in tempi record nella primavera del 2020, e’ al completo ed e’ in corso in queste ore l’attivazione di altri 32 posti letto, che dovrebbero essere operativi dalla serata. Ieri, infatti, l’ospedale ha raggiunto la capienza massima: le ambulanze hanno atteso ore in pronto soccorso e si sono accumulate quasi quaranta persone in attesa di ricovero dopo la prima consulenza medica. La Asl, tra l’altro, e’ al lavoro sulla convenzione con strutture private accreditate, cosi’ da aumentare ulteriormente il numero di posti dedicati ai pazienti affetti da Covid-19. Il Covid Hospital fino a ieri contava cento posti, di cui 35 dedicati al day hospital e 65 tra degenza intensiva, sub intensiva e ordinaria. Con il provvedimento odierno si arriva a 132 posti letto. Gli esperti si aspettano un ulteriore aumento dei ricoveri nelle prossime settimane e proprio per questo il direttore dell’Uoc di Malattie infettive, Giustino Parruti sottolinea che “la Asl sta lavorando sulla convenzione con strutture private accreditate per avere un’espansione dell’area di degenza covid dedicata ai pazienti che non necessitano di trattamento intensivo o sub intensivo”. “Nelle aree mediche notiamo un lieve peggioramento dei pazienti cronici perche’ per un anno sono in parte saltati i servizi a causa del Covid. Per loro le conseguenze dei ritardi sono l’aggravamento delle patologie. Non possiamo assolutamente correre il rischio di tagliare altri servizi”, conclude il direttore delle Malattie infettive.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Incidente stradale per un ciclista di 41 anni

Un ciclista di 41 anni è rimasto ferito nel tardo pomeriggio di ieri in un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.