Lanciano, madre e figlio spacciatori bloccati con 1,5 chili di eroina

I Carabinieri della Compagnia di Lanciano agli ordini del Capitano Vincenzo Orlando allo spaccio di sostanze stupefacenti nell’area frentana. A finire nella rete dei militari dell’Arma questa volta sono state due persone, una donna ed un uomo, madre e figlio, trovate in possesso di un chilo e mezzo di eroina.

Intorno alle 15.30, i Carabinieri hanno notato un’auto, di colore bianco, con a bordo un uomo ed una donna, che arrivava dalla strada principale fino a raggiungere una stradina sterrata ove si fermava. Dal veicolo discendeva una donna che si inoltrava all’interno della vegetazione e raggiungeva un piccolo rudere abbandonato prelevando qualcosa da sotto le tegole di un tetto diroccato per poi tornare al mezzo ove l’uomo era rimasto a sorvegliare l’area. Immediato l’intervento dei Carabinieri che bloccavano subito i due rinvenendo addosso alla donna due involucri con 100 grammi di eroina

A questo punto, raggiunto il piccolo rudere, sotto alcune tegole del tetto semidistrutto, i militari hanno trovato altri 4 involucri per un peso di circa 400 grammi, nonché 2 panetti del peso di 500 grammi ciascuno, tutto opportunamente protetto da cellophane. Tutta la droga rinvenuta, per complessivi 1,5 chili circa, è stata sequestrata, così come l’auto utilizzata dalla coppia. Per i due, lei 63enne e lui 29enne, sono scattate le manette e, come disposto dal Procuratore della Repubblica di Lanciano, sono stati portati rispettivamente presso le case circondariali di Teramo e Lanciano, in attesa dell’udienza di convalida. Proseguono le verifiche per individuare la provenienza dello stupefacente, del valore di circa 40.000 euro e sicuramente destinato alla piazza locale, nonché la sussistenza di eventuali altri complici degli arrestati.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Inaugurato il laboratorio Dyloan Bond Factory all’Ipsias Di Marzio Michetti

Si alza il sipario sul laboratorio Dyloan Bond Factory all’Ipsias Di Marzio Michetti Luca Sburlati, ceo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *