L’Aquila Rinasce e’ il tema della 726/a edizione della Perdonanza Celestiniana

L’Aquila Rinasce e’ il tema della 726/a edizione della Perdonanza Celestiniana. Scelta la dama della Bolla, Desiree Biccire’, medico impegnato durante l’emergenza, la dama della Croce, Angela Marrone, neodiplomata al liceo linguistico “Cotugno”, e il Giovin Signore, Massimiliano Fornella, da 15 anni commesso in un ipermercato, le figure principali del Corteo storico della Perdonanza. Biccire’, 35 anni, all’ultimo anno della scuola di specializzazione in anestesia e rianimazione, in prima linea nel complesso del G8 dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila, si occupera’ di portare l’astuccio in cui per secoli e’ stata custodita la Bolla con cui Papa Celestino V ha indetto dalla basilica di Santa Maria di Collemaggio il primo giubileo della storia. Fornella avra’ il compito di portare il ramo d’ulivo, sulla cui sommita’ e’ incastonato il sigillo civico in argento, che sara’ utilizzato la sera del 28 agosto dal Cardinale Matteo Maria Zuppi, arcivescovo di Bologna, per toccare per tre volte la Porta Santa della Basilica di Collemaggio, per ordinarne l’apertura e dare il via all’indulgenza celestiniana. La Marrone portera’ la Croce del Perdono che ogni anno, da tempo, viene realizzata l’artista aquilana Laura Caliendo e che il Cardinale Zuppi indossera’ durante il rito religioso del Perdono.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Giornalismo abruzzese in lutto, addio a Elio Lamparelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *