Maltrattamenti in famiglia, due uomini condannati a Chieti

Un uomo di 39 anni è stato condannato a tre anni e 6 mesi di reclusione inflitti dal giudice monocratico del Tribunale di Chieti, perché accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali alla convivente more uxorio. Il pm Roberta Capanna aveva chiesto l’assoluzione per non aver commesso il fatto. I fatti si sarebbero verificati fra il 2015 e il 2019 quando l’uomo, secondo l’accusa, in occasione di accessi di ira immotivati o per futili motivi, avrebbe ingiuriato la donna, l’avrebbe minacciata e percossa provocandole lesioni personali una volta guaribili in sette giorni e in altre due circostanze guaribili in dieci giorni. Tre anni e un mese di reclusione è invece la pena inflitta ad un uomo di 46 anni accusato di maltrattamenti in famiglia nei confronti della moglie con la quale era tornato a convivere dopo un periodo di separazione. L’uomo l’avrebbe offesa anche alla presenza dei figli minori. L’uomo è stato anche condannato a risarcire i danni alla parte civile in separata sede.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Trovato in possesso di droga e di un coltello, denunciato a Pescara

Un 44enne è stato denunciato la scorsa notte a Pescara perché trovato in possesso di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *