Montesilvano, 93 sanzioni per abbandoni di rifiuti e pugno duro del Comune sulle infrazioni

La polizia locale ha effettuato 93 sanzioni a coloro degli abbandoni dei rifiuti rilevati dalle fototrappole sparse sul territorio comunale. Gli abbandoni sono stati effettuati da giugno scorso a oggi nelle seguenti vie: Piceni, Prampolini, San Gottardo, Costa, Manini, Vestina, Irma Bandiera, Cavallotti, Fiume Samara, Senna, Danubio, Di Vittorio e Verrotti. Il totale delle sanzioni ammonta a 28.737,00 euro. Solo il 25% dei trasgressori risulta essere residente a Montesilvano.

“Continueremo a combattere alacremente contro i trasgressori e contro coloro che proseguono ad abbandonare i rifiuti – afferma il vice sindaco e assessore all’Igiene urbana Paolo Cilli – . E’ un gesto inaccettabile che fin dall’inizio della nostra amministrazione comunale stiamo combattendo. Le fototrappole posizionate sul territorio continueranno nel loro lavoro in altre zone e  aumenteremo anche il numero delle sanzioni. Le persone hanno a disposizione tutti gli strumenti per evitare gli abbandoni. Le telecamere hanno immortalato chi fatica ad abituarsi alla raccolta differenziata e chi preferisce invece abbandonare in maniera incivile i rifiuti per strada. Ricordiamo che sono aperti per lo smaltimento dei rifiuti il centro di raccolta in via Inn e il centro del riuso il lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 9,30 alle 12,30 e il martedì e il giovedì dalle 16 alle 19. Inoltre, Formula Ambiente effettua il ritiro domiciliare e sono a disposizione sei isole ecologiche su tutto il territorio comunale. Ringrazio per il lavoro svolto il comandante Casale e gli agenti della polizia locale”.

“Dallo scorso giugno abbiamo posizionato le fototrappole in altri punti della città – spiega il comandante della polizia locale Nicolino Casale – e siamo riusciti ad elevare oltre 93 verbali per l’abbandono di rifiuti. Le fototrappole consentono di confermare che oltre ai privati cittadini, si rendono protagonisti di questo gesto di inciviltà anche i titolari e gli operai delle imprese, un numero ancora troppo alto di persone non residenti che lasciano rifiuti per strada”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Furti in casa, quattro condanne

Quattro uomini, tutti di Bari, fra i 35 e i 50 anni ritenuti responsabili di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *