Morto per ipotermia uno dei due escursionisti sulla Maiella

È morto per ipotermia Roberto Testa, 34 annui, ingegnere di Roma, uno dei due escursionisti recuperati ieri notte sulla Maiella dal Soccorso alpino e speleologico d’Abruzzo. Il giovane era stato ricoverato d’urgenza all’ospedale di Chieti. Le squadre di terra del Soccorso alpino e speleologico d’Abruzzo, da Penne e da Chieti, sono partite dopo le 19 di ieri e sono riuscite a raggiungere con grande difficoltà, tra bufera e neve, il bivacco Fusco, a quota 2.455 metri, dove gli escursionisti erano bloccati. Il 34enne era scivolato per circa un centinaio di metri ed è rimasto intrappolato per diverse ore nella bufera e a temperature sotto allo zero. Impossibile l’elisoccorso anche a causa del buio. Le squadre di soccorso, oltre una ventina di persone, hanno portato a spalla il 34enne sino al rifugio Pomilio. Alle 5 del mattino l’operazione di recupero si è conclusa. Il giovane è stato ricoverato in condizioni disperate e non ce l’ha fatta.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Ridotta in appello la condanna all’ex assessore regionale De Fanis

La Corte d’Appello a L’Aquila ha ridotto la pena a 4 anni 3 mesi e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *