Ortona, ristoratore multato perché indicava pesce pregiato nel menù ma era solo pesce ghiaccio

Avrebbe indicato come ‘bianchetto’ un banale pesce ghiaccio nel menu del ristorante che gestisce e per questa ragione un ristoratore di Ortona è stato multato dai militari della Capitaneria di porto. Insospettita che tra le pietanze disponibili, alla carta, vi fosse il ‘bianchetto’, pregiata qualità di pesce azzurro, dal tipico colore bianco, la cui pesca e vendita è vietata per ragioni di sostenibilità ambientale, la Guardia costiera ha fatto luce sull’origine del prodotto accertando, dalla documentazione di tracciabilità, che quello che veniva proposto non era bianchetto ma pesce ghiaccio, specie ittica dal basso valore commerciale e diffusa in tutte le acque salmastre tropicali e subtropicali della Cina.

Al ristoratore, quindi, è stato contestato il mancato rispetto delle ‘pratiche leali d’informazione’ al consumatore, avendo utilizzato una denominazione ingannevole per rendere più appetibile il prodotto ricorrendo, addirittura, al nome di una specie vietata. L’ammontare esatto della sanzione, che può raggiungere 24 mila euro, sarà stabilito dall’ispettorato centrale della tutela della qualità e repressioni frodi dei prodotti agroalimentari del ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle Foreste. Infrazioni di questa natura sono purtroppo assai ricorrenti. Solo qualche settimana prima, i militari della Capitaneria di porto di Ortona hanno sanzionato un altro ristoratore per aver pubblicizzato, anche tramite social media, una lista di portate esclusive in cui, tra le pietanze, compariva una ‘tartare di tonno rosso’ salvo poi scoprire, in corso d’ispezione, che si trattava del tonno pinne gialle, meno pregiato e che l’intero menu era a base di prodotto decongelato, aspetto di cui, però, non veniva fatta alcuna menzione.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Tortoreto, ombrelloni e sdraio rimossi dalla spiaggia libera

I militari della Guardia Costiera di Tortoreto e di Giulianova, con il supporto del Comando …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *