Perdonanza, il cardinale Matteo Maria Zuppi ha aperto la Porta Santa di Collemaggio

Dopo la lettura da parte del sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, della Bolla del Perdono, con la quale Celestino V nel 1294 concesse l’indulgenza plenaria agli aquilani, il cardinale Matteo Maria Zuppi, arcivescovo metropolita di Bologna (alla presenza dell’Arcivescovo dell’Aquila, il cardinale Giuseppe Petrocchi che ha concelebrato la Messa) ha aperto la Porta Santa della basilica di Collemaggio. La teca contenente i resti mortali di Celestino V e’ posta all’interno della Basilica. La porta restera’ aperta dalle 19,30 di oggi fino alle 20 di domani. L’indulgenza della Perdonanza – che e’ stata confermata da diversi pontefici e da ultimo da Papa Paolo VI nel 1967 – assicura l’assoluzione “dalla colpa e dalla pena conseguenti a tutti i peccati commessi fin dal battesimo a quanti, sinceramente pentiti e confessati, saranno entrati nella chiesa di Collemaggio, attraverso la Porta Santa, dai vespri della vigilia della festivita’ di San Giovanni Battista fino ai vespri immediatamente seguenti”. Quest’anno per ragioni di sicurezza legate alla pandemia, l’accesso alla Porta Santa sara’ libero per tutti, con un numero massimo delle persone che potra’ stazionare all’interno della basilica di 200. Dovra’ essere seguito un percorso obbligato che porta davanti alla Bolla esposta e al mausoleo del Papa Santo Celestino V. Obbligatorio l’uso della mascherina.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Turismo attivo, accordo tra Cna e Collegio delle guide alpine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *