Pescara, i ristoratori protestano contro il prolungamento della chiusura

In pieno lockdown, si sono riaccesi per una sera le luci della movida di Pescara per la protesta promossa dalle attivita’ di piazza Muzii, una delle zone a maggior concentrazione di locali della citta’. Gli operatori raccoglieranno le chiavi degli esercizi e le riconsegneranno al sindaco. Il distretto del food and beverage piu’ importante d’Abruzzo – centinaia gli addetti, senza considerare l’indotto – vuole cosi’ richiamare l’attenzione sulle decine di imprese che, ferme da due mesi, rischiano di non ripartire. Sotto il coordinamento di Confesercenti, gli operatori del settore chiedono alla Regione di velocizzare le procedure di microcredito, di utilizzare le riserve disponibili per rispondere all’emergenza e un sostegno immediato, anche velocizzando le procedure di cassa integrazione. Al Comune, invece, viene chiesto l’azzeramento della Tari, la restituzione dei mesi di suolo pubblico non utilizzati, l’aumento di gratuito dell’occupazione per i mesi successivi e la possibilita’ di occupare i parcheggi auto per i tavolini. Iniziative analoghe sono state promosse dai balneatori e dai parrucchieri della citta’, che in serata hanno acceso le luci delle attivita’

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Sostanze tossiche per gli animali sequestrate ad Ortona

Nei giorni scorsi, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Ortona, su segnalazione di un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *