Pescara. Presentata: Io non rischio, campagna nazionale per le buone pratiche di Protezione Civile

Il 24 ottobre, in contemporanea con le altre città italiane, anche Pescara partecipa alla campagna “Io non rischio”. Per scoprire cosa ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio terremoto, maremoto, e alluvione, l’appuntamento è in Piazza della Rinascita dalle ore 10.00 alle ore 18.00 con i volontari di Volontari senza frontiere, Modavi Pescara, Val Pescara, Nucleo Volontario Protezione Civile A.E.F.I. e l’associazione Psicologi per i popoli Abruzzo e la Croce Rossa di Pescara.
La manifestazione è stata presentata questa mattina nel corso di un incontro svoltosi presso la sala giunta di Palazzo di città e alla quale hanno preso parte, con l’assessore alla Protezione Civile Eugenio Seccia, tutti i rappresentanti delle associazioni coinvolte.

<Le associazioni di Protezione civile, la Croce Rossa e la Polizia municipale – ha detto l’assessore Eugenio Seccia – sono state e sono sempre presenti anche nelle emergenze più drammatiche, come quella che abbiamo imparato a conoscere in questi ultimi due anni. Questa volta siamo sul territorio per incontrare i cittadini, chiarire i dubbi e diffondere cultura della gestione delle emergenze. Il messaggio è chiaro, l’amministrazione e le associazioni non faranno mai mancare il loro apporto quando la popolazione è costretta ad affrontare le condizioni più difficili>.
Oltre al punto informativo, quest’anno i volontari invitano i cittadini di Pescara anche a seguire una maratona virtuale su Facebook alla pagina Io Non Rischio – 2021 animata dalla Croce Rossa di Pescara (hashtag ufficiale #iononrischio2021).

 

Volontariato di protezione civile, Istituzioni e mondo della ricerca scientifica tornano dunque in piazza per diffondere la conoscenza dei rischi naturali nel nostro Paese e delle buone pratiche di protezione civile. Volontarie e volontari saranno presenti negli spazi informativi “Io non rischio”, realizzati online e nei gazebo allestiti su gran parte del territorio nazionale, per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i cittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto.

Fondamentale per la Campagna – giunta quest’anno all’undicesima edizione –  è il ruolo attivo dei cittadini che, domenica 24 ottobre, potranno informarsi e confrontarsi nelle oltre 500 piazze, tra fisiche e digitali dove, con l’ausilio di contenuti interattivi e dirette streaming sui social media, si forniranno spunti e approfondimenti sulle tematiche della Campagna. L’edizione di quest’anno, inoltre, si arricchisce di una nuova e importante iniziativa, un evento digitale nazionale organizzato dal Dipartimento della Protezione Civile.

<Siamo impegnati anche sulla piazza virtuale – ha sottolineato il presidente del Comitato di Pescara della Croce Rossa Italiana, Gianluca Desiderio – nel senso che realizzeremo delle “live” e condivideremo dei video sulle nostre pagine social. L’obbiettivo è sensibilizzare la popolazione riguardo a incombenze di protezione civile, che non sono solo quelle legate al Covid ma che, ad esempio, a Pescara abbiamo vissuto con le esondazioni del fiume>.

La Campagna a livello nazionale coinvolge oltre 3000 volontarie e volontari appartenenti a circa 500 realtà associative, tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni locali di tutte le regioni d’Italia.

“Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica, Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima, Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica, Regioni, Province Autonome e Comuni.

Sul sito ufficiale della Campagna, iononrischio.protezionecivile.it e sui profili social dedicati (Facebook, Twitter e Instagram) è possibile reperire informazioni, aggiornamenti e consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto, un maremoto o un’alluvione.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Acqua, a fine febbraio il punto sulle risorse idriche

Il Presidente dell’Aca Giovanna Brandelli rimanda a febbraio la possibilità di valutare la consistenza della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *