Rissa tra ragazzi in uno stabilimento di Alba Adriatica, caccia ai responsabili

Rissa tra giovanissimi in uno stabilimento balneare ad Alba Adriatica. L’immediato intervento delle forze dell’ordine ha evitato il peggio. Sul lido sono intervenute 4 pattuglie dei carabinieri di Alba Adriatica, che presidiavano il territorio, affiancate da 2 volanti della polizia e da una pattuglia della guardia di finanza. Alla vista delle pattuglie, prontamente giunte sul posto, i ragazzi coinvolti nella rissa si sono dati alla fuga disperdendosi tra le vie cittadine. Sono ora in corso gli accertamenti finalizzati all’identificazione delle persone coinvolte. I militari dell’Arma stanno esaminando i sistemi di video sorveglianza presenti sul posto. Le persone identificate saranno segnalate al questore di Teramo  per l’emissione del provvedimento di divieto di accesso e stazionamento ai locali pubblici o aperti al pubblico, il cosiddetto daspo urbano.

A Giulianova, sempre nel teramano, nel corso della notte, i carabinieri hanno svolto un servizio di controllo straordinario del territorio, impiegando 6 pattuglie composte da 12 militari affiancati anche da carabinieri in abiti civili. Oltre a presidiare le vie del centro e le principali vie di accesso e di uscita della cittadina, i controlli sono stati estesi anche ai parchi cittadini, in particolare al Parco Franchi punto di ritrovo di giovani e giovanissimi. Le persone sottoposte a controllo nell’area verde sono state 57. L’attività è stata finalizzata alla ricerca di sostanze stupefacenti e di armi o oggetti atti ad offendere. I controlli eseguiti, sotto la guida del comandante provinciale dei carabinieri Pasquale Saccone, rientrano nell’indirizzo in tema di rafforzamento del presidio territoriale delle forze dell’ordine disposto dal prefetto, Fabrizio Stelo

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Autodemolitore abusivo scoperto dalla Polizia stradale di Pescara

La Polizia stradale di Pescara ha sequestrato una vasta area destinata alle operazioni di raccolta, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *