Sicurezza del traforo del Gran Sasso, vertice sindaco – commissario

Il commissario straordinario per la messa in sicurezza del sistema Gran Sasso Corrado Gisonni ha incontrato il sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto. Durante l’incontro, che si e’ svolto in municipio e al quale ha partecipato anche il deputato Fabio Berardini, sono state “condivise molte delle posizioni a confronto”, come si legge in una nota del Comune, “e ribadita innanzitutto la questione fondamentale che e’ la tutela del bene acqua a fronte degli interessi, pur legittimi e importanti, quali la viabilita’ e la ricerca, propri dell’autostrada e del Laboratorio di Fisica Nucleare”. Proprio per garantire il necessario controllo il “sindaco e il commissario hanno convenuto sulla necessita’ di dare maggiore autorevolezza e piu’ risorse alla struttura commissariale, per favorirne operativita’ ed efficienza. Una struttura finalmente risolutiva e non inceppata dentro i lacci che nel passato le hanno dato impedito di dare i frutti per la quale e’ stata istituita”. Sul tavolo anche la necessita’ di mettere a sistema tutti gli attori della vicenda, chiamati a collaborare nell’ottica della tutale dell’acquifero, e di muoversi su una prospettiva di cooperazione e sinergia.

Per questo il primo cittadino di Teramo ha chiesto al commissario di incontrare i sindaci del territorio per “rendere piu’ fattive le attivita’ di comunicazione e informazione; un passaggio fondamentale, questo, anche nel quadro della tutela dei territori interessati”. Tra le richieste di D’Alberto anche interventi “rapidi e risolutivi sulla questione dei 100 litri di acqua persi al secondo nel punto di captazione sotto ai laboratori di fisica nucleare del Gran Sasso a causa della mancata messa in sicurezza dell’acquifero”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Screening in provincia di Chieti, la Asl 2 cerca volontari per eseguire i tamponi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *