Stalking, arrestato 45enne a Pescara perché perseguitava la sua ex

I Carabinieri di Pescara hanno arrestato un 45enne che non si sarebbe rassegnato alla fine della relazione con una donna di origine rumena e al quale era stata anche tolta la potestà genitoriale dell’unico figlio minore nato appunto dalla relazione con la donna. Già alla fine del mese di novembre i militari erano intervenuti nell’abitazione della donna dove l’uomo qualche istante prima dell’arrivo dei militari si era allontanato ma l’aveva minacciata dicendole che aveva all’interno dell’autovettura un grosso coltello.

In più occasioni “la donna ha subito insistenti telefonate, durante il giorno ed anche di notte, oltre ad aver notato l’uomo appostarsi sotto la sua abitazione, ingenerando un perdurante stato d’ansia e timore per la propria incolumità personale, costringendola altresì a cambiare le sue abitudini di vita per sottrarsi ai comportamenti intimidatori e persecutori dell’uomo -come spiega una nota dei carabinieri – La vicenda denota ancora una volta l’importanza e la necessità di trovare la forza di opporsi alle varie forme di violenza e abusi domestici, poiché solo infrangendo il muro del silenzio e informando le Istituzioni sarà possibile intervenire in tempo prima che determinate situazioni, a volte apparentemente innocue, possano degenerare in irreparabili atti di aggressività fisica e psicologica. Ieri nel giorno dell’Immacolata, i militari lo hanno fermato ed arrestato sottoponendolo agli arresti domiciliari presso la propria abitazione proprio in virtu’ del reato di stalking”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Rissa al centro di accoglienza di Canistro, 3 arresti

Una rissa è scoppiata nel centro di accoglienza di Canistro tra richiedenti asilo ospiti di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *