Tar Lazio revoca il permesso di ricerca idrocarburi “Civita” tra Abruzzo e Molise

E’ stata annullata dal Tar del Lazio la nota con la quale il Ministero della Transizione ecologica nell’ottobre 2022 ha revocato il permesso di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi in terraferma denominato “Civita” ricadente nel territorio delle regioni Abruzzo e Molise di cui è titolare Rockhopper Civita Limited.

Con il ricorso la società sosteneva che il provvedimento è stato adottato dal Mite in attuazione del Dm con cui è stato approvato il “Piano per la transizione ecologica sostenibile delle aree idonee” (“PiTESAI”), provvedimento, quest’ultimo, contestato da altri operatori del settore.

In sostanza, si chiedeva l’illegittimità del PiTESAI in quanto, tra l’altro: adottato oltre il termine perentorio stabilito dal legislatore; approvato in assenza del necessario concerto con il Ministro dello sviluppo economico; emesso in esito a un procedimento nel quale sono state violate le garanzie partecipative. Il Tar, confermando come la sezione abbia già rilevato la fondatezza delle censure contro il PiTESAI, ovvero quelle che lamentano la violazione delle garanzie partecipative nella fase di Vas (Valutazione Ambientale Strategica) e le carenze istruttorie e motivazionali che hanno caratterizzato la procedura di redazione e approvazione, arrivando alla fine a sostenere la fondatezza del motivo di ricorso “con cui è stata censurata l’incompletezza dell’istruttoria che ha preceduto l’approvazione dell’intero Piano, risultando in sostanza confermato che lo stesso, addirittura nella sua versione definitiva, non ha una rappresentazione grafica completa delle aree e che le risultanze istruttorie sulla base delle quali è stato adottato non sono state compiutamente acquisite prima della formulazione della proposta, carenze tutte non sanabili da eventuali adempimenti successivi”. La conseguenza è: “accoglimento dei motivi proposti contro il Piano, con il conseguente accoglimento delle censure di illegittimità derivata da quest’ultimo al provvedimento applicativo in questa sede impugnato dalla ricorrente, che va pertanto annullato”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Autodemolitore abusivo scoperto dalla Polizia stradale di Pescara

La Polizia stradale di Pescara ha sequestrato una vasta area destinata alle operazioni di raccolta, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *