Truffa sui fondi Covid-19, sequestrati 115.000 euro ad associazione sportiva aquilana

Il Gruppo della Guardia di Finanza di L’Aquila ha scoperto e sventato una truffa ai danni dello Stato riguardo ai fondi elargiti su disposizione del Decreto Cura Italia e dei successivi, per affrontare l’emergenza economica scaturita dalla pandemia di Covid-19.

Sono stati sequestrati 115mila euro ottenuti ingiustamente, tramite false attestazioni, dai tesserati collaboratori di un’Associazione sportiva dilettantistica (Asd) della provincia dell’Aquila. L’irregolarità è legata al fatto di non aver mai percepito, neanche sotto forma del “rimborso spese”, alcun compenso sportivo prima dell’emergenza pandemica, conditio sine qua non per poter presentare l’istanza per l’ammissione al beneficio economico in questione.

Stando alle accuse, i collaboratori sportivi avrebbero ottenuto la prebenda pubblica con la compiacenza del presidente e del segretario amministrativo dell’Asd, allegando nella domanda accordi di rimborso spese “predatati e posticci”. L’attività investigativa ha permesso di segnalare 32 persone alla Procura della Repubblica del Tribunale di L’Aquila. Il sequestro della somma è stato disposto dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale dell’Aquila.

“La truffa in danno dello Stato – si legge in una nota – è consistita nel formare, successivamente alla data di emanazione dei provvedimenti governativi di sussidio, contratti di collaborazione, appositamente retrodatati, che prevedessero a favore dei tesserati dei rimborsi che, nella realtà, non erano mai stati concordati né versati in precedenza”.

Nello specifico i due responsabili dell’associazione avrebbero ideato e predisposto gli accordi di rimborso spese retrodatati, contattando ogni singolo giocatore, attraverso la piattaforma di messaggistica istantanea WhatsApp, facendosi mandare la foto delle firme, che, successivamente, avrebbero scansionato e riportato sugli accordi stessi, allegati alle domande presentate, facendo, indebitamente, ottenere ai tesserati (molti dei quali all’epoca dei fatti minorenni) l’indennità collaboratori sportivi per gli anni 2019/20 e 2020/21 per 115mila euro.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Avezzano, entro aprile disponibile la risonanza magnetica cardiaca in ispedale

A fine aprile all’ospedale di Avezzano, verrà attivata la Risonanza magnetica cardiaca. E’ una novità …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *