Bollette della luce in calo del 20 per cento nel mercato tutelato

Bollette della luce in calo del 19,8% per il secondo trimestre 2024. Questo dell’Arera (Autorità di regolazione per l’energia, il gas, l’acqua, i rifiuti) è l’ultimo aggiornamento del prezzo di maggior tutela per i clienti non vulnerabili. I prezzi si riavvicinano così ai livelli pre-crisi – osserva l’Autorità – con un meno 47,7% rispetto ai 12 mesi precedenti, periodo in cui i costi si erano spinti al massimo.

La spesa per la bolletta della luce per la famiglia-tipo (con consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh e una potenza di 3 kW) sarà quindi di circa 662 euro all’anno (definito scorrevole, e per questo compreso tra il primo luglio 2023 e il 30 giugno 2024).

L’Arera ricorda che dal primo luglio i clienti domestici non vulnerabili in maggior tutela passeranno automaticamente al Servizio a tutele graduali, con il fornitore selezionato tramite asta in quella zona. Questo servizio transitorio sarà attivo per poco meno di tre anni (fino al 31 marzo 2027) al termine dei quali, in mancanza di una scelta espressa, i clienti continueranno a essere riforniti dallo stesso venditore sul mercato libero. Al 31 dicembre 2023 “quasi il 73% dei clienti domestici aveva scelto un’offerta nel mercato libero, pertanto, i clienti domestici non vulnerabili serviti in maggior tutela ammontavano a circa 4,5 milioni”. Per i clienti vulnerabili, Arera continuerà ad aggiornare trimestralmente le condizioni economiche della maggior tutela, fino all’esperimento delle aste previste dal decreto Sicurezza energetica. Inoltre viene ricordato che i clienti domestici elettrici già passati al mercato libero hanno il diritto di rientrare nel servizio di maggior tutela fino a fine giugno 2024.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Doppio appuntamento per Eures Abruzzo a Teramo e Chieti

Doppio appuntamento per Eures Abruzzo, la rete europea che facilita’ gli scambi formativi e promuove …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *