Crisi supermercati Tuodi’, tavolo al Mise

Resta alta l’attenzione dei sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs sulla vertenza che coinvolge i circa 4.000 dipendenti dei 400 negozi a marchio TuoDi’. La catena di supermercati discount del gruppo Dico, presente in 16 regioni italiane e’ coinvolta in una pesante situazione debitoria. Il previsto incontro al ministero dello Sviluppo Economico sollecitato dalle tre sigle sindacali, contestuale ad un sit-in di protesta promosso davanti la sede del dicastero – annunciano i sindacati in una nota – ha sancito l’apertura di un tavolo permanente di confronto. Il consulente esterno di parte aziendale, incalzato dai rappresentanti del Mise – prosegue la nota – “ha confermato l’ammissione alla procedura concorsuale del concordato preventivo in continuita’ aziendale annunciando la presentazione del piano al Tribunale ed ha confermato la riattivazione dei rifornimenti di merce negli attuali punti vendita rimasti in attivita’ e progressivamente nei 123 punti vendita momentaneamente in chiusura dislocati in Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana, Umbria, Valle D’Aosta e Veneto. Le parti interessate hanno inoltre convenuto sulla necessita’ di ricorrere all’attivazione della cassa integrazione straordinaria a rotazione al fine di garantire una copertura economica ai lavoratori coinvolti e gia’ nei prossimi giorni, a seguito della richiesta della’azienda, il ministero del Lavoro dovrebbe annunciare la convocazione per sottoscrivere l’intesa sul sostegno al reddito. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Lotta all’usura, dal MEF oltre 33 milioni di euro in garanzie statali

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha messo a disposizione 33,68 milioni di euro da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *