G7 dei Ministri degli Esteri a Capri, la Pomilio Blumm cura l’organizzazione del vertice

Un vertice blindato quello del G7 dei Ministri degli Esteri a Capri che giunge in un momento delicato a livello internazionale. Sono 1.400 gli uomini delle forze dell’ordine in campo per garantire la sicurezza del summit. A curare l’organizzazione dell’evento è la Pomilio Blumm che sta gestendo i principali eventi ministeriali dell’anno di presidenza italiana del G7, tra cui quello che a Pescara si svolgerà all’Aurum a ottobre.
A Capri ci saranno i ministri degli Esteri del Gruppo (Francia, Giappone, Germania, Canada, Stati Uniti e Regno Unito, oltre all’Italia) e parteciperanno anche l’Alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza dell’Unione europea, Josep Borrell, e il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg. Uno spazio importante sarà riservato ai temi del Mar Rosso e dell’Ucraina, Paese che sarà rappresentato dal ministro degli Esteri, Dmitry Kouleba. Il ministro degli esteri Antonio Tajani parlerà in un incontro con il segretario di Stato, Antony Blinken di de-escalation in Medio Oriente. Il segretario di Stato americano è giunto a Capri a bordo di una motovedetta della Guardia Costiera. Tanti i giornalisti accreditati da tutto il mondo per seguire il vertice che si svolgerà al Grand Hotel Quisisana.

«È una sfida molto importante», spiega Franco Pomilio, presidente di Pomilio Blumm, «nella quale l’attenzione al dettaglio è fondamentale per creare il clima più favorevole al dialogo tra le Istituzioni, un tema che sentiamo molto vicino proprio perché fa parte oramai del nostro Dna aziendale. La creazione di una relazione di fiducia tra cittadini e istituzioni, è ancora più importante nel momento storico che stiamo vivendo».
La Pomilio Blumm, inserita nella classifica del Financial Times come società leader per fatturato nell’ottava edizione della “FT 1000 Europe’s Fastest Growing Companies” nella categoria “Advertising & Marketing” in 35 Paesi in questi giorni è impegnata anche alla Design Week di Milano. La società sta infatti curando lo spazio del progetto Worth, il più grande incubatore creativo europeo dedicato alla promozione di collaborazioni transnazionali tra designer, creativi, aziende manifatturiere, artigiani e aziende tecnologiche a Bottega Immagine.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Danni da peronospora, i sindaci chiedono tempi certi per gli aiuti alle aziende vitivinicole

Attivazione immediata degli strumenti programmati a sostegno delle aziende vitivinicole danneggiate dalla peronospora e stanziamento …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *