Immobiliare, il 10 per cento è un mutuo “verde”

Toccano quasi il 10% del totale i mutui ‘verdi’ in Italia nel 2022. E’ quanto si legge nell’Osservatorio compilato da Qualis Credit Risk. Dallo studio emerge che i mutui ‘verdi’, legati all’acquisto di un immobile sostenibile, hanno sottoscrittori più giovani, con un’età media di 35 anni contro i 37 degli altri mutuatari. Più lunga risulta essere la durata media del finanziamento, che arriva ai 30 anni, due in più degli altri mutui. Il 30% dell’erogato totale è andato in Lombardia, mentre il Trentino-Alto Adige, la Sardegna e il Veneto sono le regioni in cui si è registrata la maggior incidenza dei mutui sostenibili rispettivamente al 22, al 16 e al 14%.

“I dati dell’Osservatorio – commenta Roberta Brunelli, amministratore delegato e direttore generale del gruppo Qualis – confermano la volontà diffusa tra le generazioni più giovani di contribuire a un mondo più sostenibile attraverso l’acquisto di immobili con alti standard energetici, un desiderio che viene reso più accessibile dalle soluzioni a prestito elevato”. In questo caso, sottolinea Brunelli “le proposte di credito che consentono l’accesso a mutui oltre l’80% del valore di un immobile giocano un ruolo centrale per rispondere alle esigenze di chi decide di investire un importo maggiore per l’acquisto di una casa green, che possa combinare una maggiore efficienza energetica con ricadute positive per l’ambiente”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Fira, confronto con Cassa Depositi e Prestiti sullo sviluppo sostenibile del territorio

Cassa Depositi e Prestiti, Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e Finanziarie regionali tornano a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *