Immobiliare, prezzi delle case in crescita del 7,1 per cento a Pescara

I prezzi delle abitazioni usate in Italia fanno registrare un incremento dell’1,7% nel corso del 2023, per attestarsi ad un valore medio di 1.843 euro al metro quadro. secondo l’ultimo report del portale immobiliare Idealista. Rispetto allo scorso trimestre, i prezzi sono aumentati dell’1,6% nell’ultima parte dell’anno.

La dinamica dei prezzi a livello regionale evidenzia un trend positivo, con 15 delle 20 regioni che registrano un aumento rispetto all’anno precedente. I rialzi più significativi si osservano in Trentino-Alto Adige (12,1%), Lombardia (7%), Molise (6,4%) e Veneto (4,8%). Anche Puglia (4,5%), Sardegna (4,3%), Friuli-Venezia Giulia (3,8%), Emilia-Romagna (3,7%) e Marche (2%) superano la media nazionale dell’1,7%. Le restanti regioni che evidenziano incrementi si collocano al di sotto della media italiana, con valori compresi tra l’1,3% del Piemonte e lo 0,2% della Liguria. Il Lazio emerge come l’unica regione a non aver subito alcuna variazione nei prezzi negli ultimi 12 mesi. Al contrario, la Toscana (-0,2%), la Campania (-0,5%), la Valle d’Aosta (-0,9%) e l’Umbria (-0,1%) presentano una diminuzione. Per quanto riguarda i prezzi, Il Trentino-Alto Adige si conferma anche nel 2023 la regione italiana con le abitazioni più care con i suoi 3.025 euro di media, seguita da Valle d’Aosta (2.599 euro/m2) e Liguria (2.495 euro/m2). Valori immobiliari al di sopra la media nazionale anche in Toscana (2.330 euro/m2), Lombardia (2.174 euro/m2) e Lazio (2.131 euro/m2). Le altre 14 regioni presentano prezzi inferiori alla media italiana compresi tra i 1.834 euro al metro quadro dell’Emilia-Romagna e gli 899 del Molise, la regione più accessibile per gli aspiranti proprietari di casa italiani

In Abruzzo, a livello provinciale, Pescara fa registrare un + 7,1% e un prezzo medio a mq di 1.743 euro. A Chieti prezzi in calo dell’1,5 per cento e costo medio a mq di 957 euro. A Teramo i costi sono in leggero calo (-0,3%) e il prezzo a mq è di 1.034 euro. All’Aquila infine prezzo medio di 1.367 euro a mq e costi in salita dell’1,6 per cento. Nel prospettare il 2024, idealista prevede una stabilizzazione dei prezzi delle abitazioni, principalmente a causa della limitata disponibilità di immobili sul mercato, con dinamiche che mostreranno variazioni significative da capoluogo a capoluogo, con possibili cali maggiormente concentrati in zone centrali e meridionali. Tuttavia, per i giovani acquirenti, l’atto di acquistare sarà fortemente condizionato da diversi fattori, tra cui le pressioni salariali, la situazione finanziaria delle famiglie, il rallentamento dell’economia e, soprattutto, dalle oscillazioni dei tassi sui mutui, che si registrano notevolmente più alti rispetto a quelli di 12 mesi fa.

 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Doppio appuntamento per Eures Abruzzo a Teramo e Chieti

Doppio appuntamento per Eures Abruzzo, la rete europea che facilita’ gli scambi formativi e promuove …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *