Progetto di educazione alimentare con Coldiretti Donne Impresa Abruzzo

Parte il progetto di educazione alimentare promosso da Coldiretti Donne Impresa Abruzzo in collaborazione con l’istituto omnicomprensivo di Città Sant’Angelo nell’ambito del patto siglato da Coldiretti Abruzzo per lo sviluppo sostenibile dell’area vestina. Si tratta di un progetto che coinvolge 61 bambini delle classi quarte della scuola primaria per avvicinarli, in continuità con i percorsi scolastici, al mondo della campagna e delle sue tradizioni nonostante le limitazioni legate all’emergenza Covid, che rende particolarmente difficili gli spostamenti e le visite in fattoria. Un modo quindi per diffondere la sana e la corretta alimentazione, rispettosa dei tempi, dei sapori e dei profumi di una volta. Partendo proprio dalla conoscenza degli agricoltori e degli allevatori che, temporaneamente nei panni dei docenti, fanno conoscere il proprio mondo.

Il progetto, che proseguirà per tutto il mese di maggio, è strutturato in una serie di lezioni a distanza (Dad) – in cui le imprenditrici agricole mostrano con la webcam l’azienda agricola illustrando l’attività e la produzione agroalimentare – e in una lezione in presenza ma all’aperto, rispettando le disposizioni di prevenzione anticovid. A svolgere le attività sono Angiolina De Angelis (allevatrice di pecore di Caramanico Terme), Margherita Scorrano (imprenditrice cerealicola di Pianella) e Daniela Scrimieri (imprenditrice olivicola di Capestrano), mentre la parte relativa all’educazione alimentare è curata dal prof. Luigi Menghini dell’Università D’Annunzio di Chieti Pescara.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

L’Aquila, progetto ‘Openissimo’ dello chef Antonello Colonna

Arte, cibo di qualita’ e socialita’ mixato a una proposta gourmet si fondono a L’Aquila …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *