Protocollo di Legalita’ per i cantieri della Ricostruzione post sisma del 2016

E’ stato firmato nella prefettura di Pescara il Protocollo di Legalita’ per i cantieri della Ricostruzione post sisma del 2016. A sottoscriverlo il prefetto Giancarlo Di Vincenzo, l’Usr regionale, rappresentanti dei sindacati e delle associazioni di categoria, alla presenza del Commissario straordinario alla ricostruzione post sisma 2016 Giovanni Legnini e del vicedirettore della Struttura di missione prevenzione e contrasto antimafia dott. Paolo Giovanni Grieco. Il Protocollo – si legge in una nota – prevede l’istituzione di un Tavolo permanente che ne monitori l’applicazione nell’ambito della ricostruzione pubblica e privata. Gli strumenti di legalita’ previsti nell’accordo, come ad esempio il badge elettronico e il settimanale di cantiere, hanno l’obiettivo di integrare i controlli gia’ esistenti per prevenire fenomeni come infiltrazioni malavitose, lavoro nero e grigio, dumping contrattuale, concorrenza sleale ed evasione contributiva. A questo proposito la Struttura commissariale ha predisposto una piattaforma digitale, in fase di sperimentazione, per monitorare in modo puntuale i cantieri e le condizioni della manodopera impiegata.

La garanzia di legalita’ nei cantieri della ricostruzione e’ il primo passo per restituire alla comunita’ del Centro Italia edifici sicuri e in tempi ragionevoli – ha sottolineato il Commissario Giovanni Legnini -. Per questo l’adozione di questo Protocollo, che ha gia’ preso avvio nelle altre province coinvolte dal terremoto, e’ uno strumento importante che consente un maggiore raccordo tra tutti gli enti preposti alla vigilanza e tra tutte le parti sociali, dalle associazioni di categoria alle singole imprese”. “Prevenire infiltrazioni e fenomeni di sfruttamento nei cantieri – ha poi concluso – vuol dire non solo ricostruire bene, ma anche mantenere sano un tessuto produttivo gia’ alle prese con i problemi del sisma, della pandemia e le difficolta’ indotte dall’aumento inaspettato del costo delle materie prime e da una scarsita’ sempre maggiore di operai specializzati”. Il Protocollo di Legalita’ e’ stato firmato anche nelle Prefetture de L’Aquila, Teramo, Ascoli Piceno, Fermo, Ancona, Rieti e Perugia. Nelle prossime settimane e’ prevista, oltre all’aggiornamento del primo Protocollo Prefettura di Macerata, la firma anche nella Prefettura di Terni in vista dell’attivazione nel 2022 del controllo di legalita’ nei cantieri.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Lavoro, +260mila posti in 4 mesi e cresce il lavoro stabile

L’occupazione dipendente e’ ancora su livelli lievemente inferiori rispetto alla seconda meta’ del 2021. Dall’inizio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.