Pubblica Amministrazione, solo nel 28% degli enti locali si fanno pratiche on line

Nel 2022 l’Italia e’ al 24 posto tra i Paesi dell’Unione europea per il grado di soddisfazione dei cittadini verso i servizi pubblici. Lo rileva un report di Confartigianato sul livello di efficienza degli enti pubblici dal quale emerge che sulla bassa qualita’ dei servizi della Pa influisce uno scarso utilizzo delle tecnologie digitali. Solo il 28% delle amministrazioni locali consente agli utenti di completare on line le pratiche amministrative e, se richiesto, di effettuare il pagamento via web.  L’Italia è fanalino di coda nell’Ue insieme con Romania, Bulgaria e Grecia. Addirittura l’Italia è al 26 posto, davanti soltanto dalla Grecia, per la fiducia che i nostri connazionali ripongono nella Pubblica Amministrazione.

La quota sale al 35% nel Centro-Nord mentre crolla al 13% nel Mezzogiorno. Record negativo del Sud anche per la qualita’ delle istituzioni nelle 234 regioni europee: la peggiore e’ risultata la regione rumena di Bucarest Ilfov, seguita da Calabria e Campania

Secondo Confartigianato, l’innovazione tecnologica non sembra dunque aver migliorato la burocrazia: cavilli, file agli sportelli, complicazioni ‘rubano’ 238 ore l’anno agli imprenditori italiani soltanto per occuparsi degli adempimenti fiscali. La quota di cittadini in coda per oltre 20 minuti agli sportelli dell’anagrafe dei Comuni e’ del 28,4%, undici punti in piu’ rispetto al 17,4% di dieci anni prima. E anche in questo caso ad attendere piu’ a lungo sono i residenti nel Mezzogiorno, con una quota del 31,8% in fila per piu’ di 20 minuti per espletare pratiche all’anagrafe. Le cose non sono migliorate durante la pandemia. Secondo il rapporto di Confartigianato il 31,6% dei cittadini che da maggio 2020 a gennaio 2022 si sono rivolti a un ufficio pubblico, pari a circa 6,3 milioni di persone, ha espresso insoddisfazione o ha constatato un peggioramento della qualita’ dei servizi offerti dalla Pa, sia a causa del ritardo nell’erogazione di servizi on line (indicato dal 73,6%) che dall’impreparazione del personale nella gestione di questi servizi (77%).

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Casa, gli affitti calano del 2,3% a novembre

In Italia, a novembre i canoni di affitto calano del 2,3% a novembre, per attestarsi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *