Pubblicati sui portali online regionali i nuovi bandi Ocm Vino Paesi Terzi

Pubblicati sui portali online regionali i nuovi bandi Ocm Vino Paesi Terzi relativi alle annualità 2020-2021. La misura prevede lo stanziamento complessivo di oltre 100 milioni di euro da destinare al supporto nelle attività di export del vino italiano (esclusivamente Doc, Docg e Igt), con una copertura fino al 60% delle spese sostenute, diretta a produttori, organizzazioni professionali e consorzi di tutela. La sfida dell’internazionalizzazione è infatti una delle più importanti all’ordine del giorno in attesa della ripartenza post Covid. Il Programma Nazionale di Sostegno prevede una ripartizione di oltre 60 milioni di euro tra tutte le regioni. Tutti i bandi sono presentai nel sito web OcmVino.it, agenzia che offre consulenza e supporto nell’acquisizione dei fondi OcmVino, con una rete di professionisti impegnati nella vendita di vino italiano all’estero. Sullo scenario della pandemia che ha generato profonde ripercussioni sull’intera filiera del vino internazionale, la grande novità dei bandi è quella di aprire le porte agli investimenti online. Tra le novità approvate quest’anno, infatti, c’è l’ammissibilità delle “degustazioni online” e altre attività promozionali in chiave 2.0. L’idea è quella di offrire a produttori, consorzi ed altri destinatari del bando l’occasione di sopperire alla passata mancanza di fiere di settore, creando una valida alternativa per continuare a trovare ed incontrare importatori internazionali alla ricerca di etichette italiane. Ecco quindi il forte impulso al lancio di piattaforme all’interno delle quali incontrare importatori selezionati per paese, canale di vendita e tipologia di prodotti di interesse. Con oltre 3 milioni di euro di fondi per la promozione del vino nei Paesi extraeuropei, la Lombardia fa la parte del leone tra le regioni. Ammontano a 3.184.386,97 euro (di cui 2.505.361,15 euro effettivamente disponibili per il finanziamento dei progetti di promozione regionale a valere sull’esercizio finanziario comunitario 2019/2020, mentre gli altri sono destinati ai progetti approvati per la campagna 2018/2019) i fondi destinati a questa regione, che distacca nettamente Abruzzo, Molise, Puglia, Piemonte, Umbria e Sicilia, ma anche il Lazio e i suoi quasi 2 milioni di euro. Il termine per presentare le domande per i progetti scade il 3 dicembre

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Palestre chiuse, a rischio 120 mila posti di lavoro

Lo slittamento della riapertura di palestre e centri wellness mette a rischio un settore che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *