Ricostruzione, Confindustria L’Aquila Abruzzo Interno lancia un appello per le tasse

“Il nuovo governo deve subito prendere in mano il dossier sulla restituzione delle tasse nel cratere 2009”. Cosi’ Ezio Rainaldi, delegato alla ricostruzione di Confindustria L’Aquila Abruzzo Interno, che all’Aquila ha tenuto una conferenza stampa insieme al direttore, Francesco De Bartolomeis. La problematica, da tempo sul tappeto, riguarda la restituzione delle tasse sospese per un anno e mezzo dopo il sisma del 2009 a imprese e partite ive e richieste anche con l’invio di cartelle esattoriali dallo stato italiano dopo che la Ue ha definito le somme aiuti di stato. La vicenda coinvolge 124 aziende che dovrebbero restituire, secondo una stima, circa 100 milioni di euro.

“Il Governo deve indicarci un interlocutore, la Regione deve riconvocare il tavolo di lavoro. Non c’e’ tempo da perdere, la scadenza del 31 dicembre si avvicina – spiega ancora l’imprenditore -. Il governo si sta ricostituendo e cambieranno i nostri interlocutori, l’invito e’ quello di non perdere tempo, stiamo entrando nel vivo delle trattative con l’Europa, e per fortuna e gioca a nostro favore il fatto di avere come interlocutore anche il neo presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, che sulla vicenda delle tasse post-sisma si e’ gia’ espresso piu’ volte in linea con i nostri argomenti e le nostre richieste”. Secondo Rainaldi, “il tavolo sulla ricostruzione, costituito in Regione Abruzzo, e che coinvolge tutte le associazioni categoria, amministrazioni e istituzioni, con al centro anche la questione delle tasse, non viene convocato da aprile. E’ ora di riprendere in mano la pratica, e il lavoro avviato con il governo precedente”. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Bankitalia, tassi d’interesse di giugno per mutui casa al 2,37%

A giugno i tassi di interesse sono in salita; per i mutui per la casa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.