Superbonus 110 per cento, Ance Abruzzo scrive a Draghi ed esprime sgomento sulla contrarieta’

In una lettera aperta al premier Draghi, Ance Abruzzo esprime “sgomento e la nostra preoccupazione circa le dichiarazioni che ha rilasciato nel Suo intervento a Strasburgo, sul tema del Superbonus. Lei ha manifestato una contrarieta’ di carattere generale rispetto ad un provvedimento che, seppur ottimizzabile, ha dato gia’ ampia prova di essere volano per la ripresa del settore delle costruzioni, per l’indotto, e, soprattutto per stimolare velocemente la crescita del Paese, in una fase in cui, purtroppo, il comparto delle opere pubbliche sconta ancora ritardi gravosissimi, di diverso livello, che non consentono la trasformazione delle risorse in cantieri, in tempo utile mettendo a rischio, tra l’altro, la partenza stessa del PNRR”. L’associazione dei costruttori rimarca come “i dati sull’utilizzo delle misure fiscali per le ristrutturazioni, dopo poco piu’ di un anno dalla introduzione, con successive messe a punto delle procedure, hanno mostrato una valenza straordinaria: il monitoraggio, a cura di ENEA e del Ministero della Transizione Ecologica, al 31 marzo 2022, certifica un boom di oltre 139.000 cantieri per 24 miliardi di euro di investimenti ammessi a detrazione. Il dato straordinario dei lavori conclusi riporta un valore di oltre 16 miliardi: stiamo parlando di oltre l’1% del PIL, il 4% con i settori collegati”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Cresce il contenzioso tributario nel primo semestre

Nei primi sei mesi del 2024 è notevolmente cresciuto il contenzioso tributario, secondo quanto riportato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *