Adescava clienti e simulava violenze sessuali, prostituta in cella

Dopo aver pattuito la prestazione sessuale ed ottenuto il corrispettivo in denaro, scendeva in tutta fretta dall’auto del cliente mettendosi a gridare e accusando il malcapitato di turno di volerla violentare. Protagonista della ‘trovata’ per estorcere denaro ai suoi amanti è una 50enne di San Benedetto Del Tronto che, alla fine, e’ stata arrestata dai carabinieri di Alba Adriatica a Bologna. Gli episodi di presunta tentata violenza sessuale sono andati avanti per un po’ di tempo fino a quando qualcuno ha vinto il comprensibile imbarazzo e si e’ rivolto all’Arma. La donna infatti puntava sul fatto che i clienti non avrebbero mai denunciato l’estorsione per non dovere dare troppe spiegazioni. Lo stratagemma non ha pero’ funzionato con due clienti, tra cui un 60enne di Martinsicuro, che si sono quindi decisi a varcare la soglia della caserma per presentare regolare denuncia ai carabinieri consentendo cosi’ ai militari dell’Arma di porre fine alla carriera, almeno dal punto di vista delle estorsioni, dell’intraprendente cinquantenne nei confronti della quale e’ scattato, puntuale, il provvedimento restrittivo emesso dal Gip del Tribunale diTeramo.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Dichiara il falso per aiutare un amico, arrestato 35enne

Un 35enne pescarese e’ stato arrestato dalla polizia per aver reso false dichiarazioni di fronte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *