Pianella, Giansante (consigliera comunale): valorizzare il territorio attraverso cultura. Presentato il libro: Aspetti della storia medievale e moderna di Pianella. (VIDEO)

 

Grande successo di pubblico e interesse a Pianella per: “Aspetti della storia medievale e moderna di Pianella”, questo il titolo del libro e dell’iniziativa promossa dalla consigliera comunale a Pianella Anna Bruna Giansante che si è svolta venerdì 11 marzo 2022 presso le Cantine Lampato in c.da Collalto a Castellana.
All’’evento, patrocinato dal Comune di Pianella e realizzato con il contributo della Bcc Abruzzese di Cappelle Sul Tavo, sono intervenuti il sindaco di Pianella Sandro Marinelli, il Presidente della Bcc Abruzzese di Cappelle Sul Tavo Michele Samuele Borgia, il Presidente dell’Archeoclub di Pescara Giulio De Collibus, la referente di Costa Edizioni Elena Costa, lo storico e numismatico abruzzese Simonluca Perfetto, autore del libro. Ha moderato Anna Bruna Giansante, promotrice dell’evento nonché curatrice della prefazione del libro.

“Ho voluto promuovere questa iniziativa con l’intento di valorizzare il più possibile il territorio pianellese, sia per amor di patria, sia per impegno politico. Nel 2020 abbiamo affrontato i temi storico-artistici che riguardano la Madonna Lauretana di Castellana, un piccolo volume che ha messo in luce dinamiche mai immaginate su questo manufatto. Oggi presento il libro “Aspetti della storia medievale e moderna di Pianella” realizzato da Simonluca Perfetto di cui ho curato la prefazione”. Ha affermato Anna Bruna Giansante, consigliera comunale di Pianella e consigliera nazionale Anci, con delega alla cultura e turismo.

“Alla domanda: era necessario scrivere questo libro? Rispondo: scrivere qualsiasi libro non è mai necessario, ma è sempre utile. I risultati hanno messo in evidenza che la storia di Pianella meritasse un contributo, che si è rivelato diverso dal solito. Innanzitutto non esisteva un quadro storico-archivistico che partisse dall’archivio centrale di Napoli, viene quindi fatta chiarezza sia sul toponimo latino, sia su quello derivato dalla pianella della regina Giovanna II, che non è accettato dalla precedente bibliografia. L’autore, Simonluca Perfetto, è riuscito a creare un piccolo codice diplomatico della città e a spiegare le differenze tra le varie concessioni feudali. Nello studio vengono segnalate ben due copie inedite degli statuti e sono individuati altri due catasti antichi, inoltre, viene presentato un manoscritto seicentesco con la storia di Pianella dal 1195 alla fine del 1600. Il tutto è altresì corredato – prosegue Giansante – da numerose notizie inedite recuperate appunto dall’Archivio di Stato di Napoli. Al cospetto di questi risultati, è lecito rispondere che questa ricerca non era necessaria, bensì assolutamente necessaria”. “E’ necessario conoscere il passato per capire il presente ed orientare il futuro, scriveva Tucidide nella sua Guerra del Peloponneso, è questa è sicuramente un’occasione per farlo. La valorizzazione del nostro passato consente di muovere cultura, di far conoscere le nostre terre e di offrire tante nuove possibilità formative e lavorative. Non da ultimo tutto ciò è un potente mezzo di promozione turistica. Rivolgo un sentito ringraziamento all’autore per l’opera svolta, e a tutti i Pianellesi, con l’auspicio che il nostro impegno venga apprezzato e contribuisca alla crescita della nostra comunità”, conclude Giansante.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Rotondi e la Variante DC: il racconto di Martinazzoli, che mi disse il “Seme del popolarismo rifiorita”. Non ritornerà la Dc ma una buona destra e una buona sinistra dovranno essere un po’ democristiani.

Rotondi e la Variante DC: il racconto di Martinazzoli, che mi disse il “Seme del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.