Il 61% degli italiani non è soddisfatto dell’operato di Governo

 Il 61% degli italiani non è soddisfatto dell’operato di Governo, contro il 39% che lo è. Inoltre il 58,3% considera il compromesso con l’Europa su manovra e deficit una sconfitta per l’Esecutivo (contro il 41,7% che lo considera una vittoria). Sono i principali risultati emersi dal sondaggio sul gradimento degli italiani per l’attività di Governo, realizzato dall’istituto di ricerca Quorum/YouTrend per Sky TG24 e diffuso oggi dalla testata, all’interno dell’approfondimento “Il Confine”. Il dato cambia sensibilmente se si analizza l’elettorato di riferimento della maggioranza: sono soddisfatti dell’operato dell’esecutivo l’89,9% degli elettori del M5S e l’86,6% degli elettori leghisti, mentre il compromesso con l’Europa è un successo per il 75,1% dei sostenitori del Carroccio e per l’81,6% dei pentastellati. L’indagine, precisa il comunicato del network televisivo, consta di 1001 interviste raccolte tra il 12 e il 14 dicembre con metodologia CATI/CAMI su un campione casuale rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne.

Il sondaggio misura anche la fiducia sulla durata dell’Esecutivo: per il 58,2% durerà meno di un anno, mentre supererà dicembre 2019 per il 41,8%. Anche in questo caso il risultato varia se si analizzano solo gli elettori dei due partiti di maggioranza: per il 78,1% dei leghisti e l’80,3% dei pentastellati infatti il Governo destinato a durare più di un anno. Dalla ricerca si evince anche come, secondo gli intervistati, la Lega sia il partito, tra i due della maggioranza, che sta operando meglio, con il favore del 29,8% del campione, mentre il 21,9% sceglie il Movimento 5 Stelle. Ampia però la fetta di chi non risponde, pari al 48,3%. Diviso il giudizio anche su quanto gli italiani considerino competenti i membri del Governo: per il 45,3% sono competenti, contro il 54,7% per cui lo sono. In merito al rapporto con l’Europa, per l’81,9% l’Italia starebbe peggio fuori dalla moneta unica, un dato che, seppur in percentuale più bassa, si riscontra anche nell’elettorato gialloverde (l’Italia starebbe peggio fuori dall’Euro per il 65,6% degli elettori della Lega e per il 64,9% degli elettori del Movimento). Agli intervistati è stato chiesto anche se, al di là delle dichiarazioni ufficiali, secondo loro la Lega vorrebbe uscire dalla moneta unica: per il 56,3% degli intervistati la risposta è no. Un dato che è ancora più netto tra gli elettori leghisti, dove il 63,8% ritiene che la Lega non intenda lasciare l’Euro. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Il rialzo dell’inflazione costerà alle famiglie italiane 564 euro

Il rialzo dell’inflazione costerà alle famiglie italiane 564 euro per la tavola nel 2022. La …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.