Le cefalee colpiscono oltre un bambino e ragazzo su 2

Le cefalee colpiscono oltre un bambino e ragazzo su 2, il 62% dei giovani di 8-18 anni (di cui il 38% nelle femmine e 27% maschi). Negli adulti la quota è inferiore, il 47% soffre di una qualche forma di mal di testa. È uno dei dati emersi da uno studio europeo coordinato da Agnese Onofri e Simona Sacco dell’Università dell’Aquila e pubblicato su The Journal of Headache and Pain. Si tratta di una metanalisi senza precedenti, la più aggiornata in assoluto, che raccoglie dati provenienti da 5486 pubblicazioni sull’argomento, per andare ad analizzare in modo esaustivo la prevalenza delle cefalee pediatriche (nei giovani da 8 a 18 anni) a livello mondiale. Le cefalee più diagnosticate in questa fascia di età sono emicrania e cefalea tensiva: l’emicrania colpisce l’11% dei bambini e ragazzi dagli 8 ai 18 anni, (più di uno su 10), poco meno che negli adulti (14-15%); la cefalea tensiva colpisce invece il 17% dei giovanissimi, ovvero quasi un giovanissimo su 5 (negli adulti è il 38%). “Se distinguiamo l’emicrania nelle sue varie forme – spiega all’ANSA Onofri – vediamo che a soffrire di emicrania senza aura è l’8% dei bambini/ragazzi, il 3% con aura”. L’esordio del disturbo è sempre intorno agli 8 anni, comunque nella preadolescenza, continua Onofri. Per la cefalea tensiva si possono fare diagnosi anche intorno ai 6 anni.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Intelligenza artificiale, il 67% pensa che i benefici supereranno le criticità

Il 67% degli italiani pensa che i benefici dell’AI in ufficio supereranno le criticità. Allo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *