Nasce in Italia la prima guida ai Ristoranti ‘Family Friendly’

Nasce in Italia la prima guida ai Ristoranti ‘Family Friendly’. Nella pubblicazione, realizzata da Moige – Movimento italiano genitori e dall’Associazione Dipartimento Solidarieta’ Emergenze – Federazione Italiana Cuochi (Fic), sono piu’ di 300 i locali mappati su tutto il territorio nazionale. L’iniziativa e’ sostenuta dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia con il patrocinio della Federazione Italiana Cuochi. Il progetto nasce con l’obiettivo di incoraggiare le famiglie con figli ad avere uno strumento utile per conoscere la ristorazione con servizi e attenzioni verso le famiglie. La selezione degli oltre 300 ristoranti Family Friendly e’ avvenuta – informa una nota – tramite l’indagine di un team di ispettori della qualita’ che hanno verificato in forma anonima il rispetto di cinque criteri di valutazione: accoglienza, servizio in sala, servizio toilette, intrattenimento e l’offerta di menu’ dedicati con prezzi family. I ristoranti presenti nella guida saranno riconoscibili anche grazie ad una apposita vetrofania sulla porta del ristorante e al logo della guida sul web del locale. La classifica per regione vede al primo posto per i Ristoranti ‘Family Friendly’ il Lazio con 33 locali, segue il Friuli Venezia Giulia con 25 e l’Emilia Romagna con 24. Subito dopo la Lombardia con 23, la Basilicata con 22 e la Sicilia con 19 e la Puglia con 17. Nel Veneto risultano esserci 16 locali, in Calabria, 15 e in Toscana, 15. Piemonte e Sardegna e Trentino hanno rispettivamente 14 esercizi, Liguria, 12, Abruzzo, 12 e Umbria, 11. Chiudono la classifica la Campania e le Marche, ognuna con 9 e il Molise la Valle d’Aosta, rispettivamente con 6. La guida Ristoranti ‘Family Friendly’ e’ disponibile in formato cartaceo, sul sito web www.ristorantifamilyfriendly.it

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Edilizia, nel 2021 + 8,6% investimenti in costruzioni

Nel 2021 gli investimenti totali in costruzioni registreranno un aumento del 8,6 per cento rispetto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *