Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale 2022-2027 in Consiglio regionale

La seduta del Consiglio regionale si è aperta con il confronto sulla Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale 2022-2027. Al termine della discussione è stato approvato il documento della maggioranza di centrodestra che dà mandato alla Commissione consiliare Politiche europee di monitorare l’andamento e l’efficacia dello strumento “Carta degli aiuti di Stato” nella sua attuale perimetrazione, acquisendo i motivati parerei delle parti sociali e imprenditoriali, degli enti locali e delle altre forme di rappresentanza dei territori, al fine di pervenire a una eventuale proposta organica di revisione secondo i criteri già seguiti e nel rispetto del plafond di popolazione assegnato e delle procedure previste, in base a oggettive esigenze suffragate da dati statistici coerenti (dati Eurostat, Istat, Infocamere o altri dati ufficiali), nel rispetto sia della normativa europea e statale di riferimento, sia delle regole poste alla Commissione europea e dal Dipartimento per le Politiche di Coesione per il nuovo negoziato del giugno 2023. E’ stato invece respinto il documento sottoscritto dai Consiglieri del centrosinistra. Successivamente, è stata approvata all’unanimità la richiesta di istituzione di una Commissione d’inchiesta avente a oggetto “Emergenza idrica in Abruzzo: stato delle infrastrutture e delle reti idriche, dispersioni idriche. Stato sulla governance dell’ERSI, delle Società di gestione operanti nell’ATUR e dell’ASSI. Sistema tariffario e futuri investimenti”.

Sono stati discussi i seguenti documenti politici: interrogazione recante: Procedura di gara per l’affidamento dei servizi di pulizia, di sanificazione ed altri servizi – ASL 2 Abruzzo; interpellanza recante: Stato di attuazione risoluzione n. 21/5 -2019 recante “Impianti sportivi provincia di L’Aquila”; interpellanza recante: Fondi ex art. 29, comma 9, D.L. n. 104/2020 e Piano Operativo Regionale per il recupero delle liste di attesa; interpellanza recante: Disservizi nel PTA di Gissi; interpellanza recante: Elisuperficie del P.O. di Pescara; interpellanza recante: Criticità nella Formazione Medico Specialistica; interpellanza recante: Delibera Asl di Pescara DG n. 400/2022 “Atto aziendale adottato con deliberazione ASL Pescara n. 220 del 2 marzo 2018. Dipartimento delle Chirurgie”; interpellanza recante: Criticità della PETTAC dell’Ospedale di Chieti. L’Assemblea legislativa regionale ha approvato il progetto di legge “Disciplina modalità di assegnazione delle concessioni di grandi  derivazioni idroelettriche d’acqua a uso idroelettrico in attuazione dell’articolo 12 del D. Lgs. n. 79 (Attuazione della direttiva 96/92/CE recante norme comuni per il mercato interno dell’energia elettrica)”. La legge disciplina le modalità e le procedure di assegnazione delle concessioni di grandi derivazioni d’acqua a scopo idroelettrico, anche nei casi di cessazione delle stesse salvaguardandone gli usi primari e favorendone l’uso plurimo; la determinazione del canone delle concessioni di derivazioni idroelettriche con potenza nominale superiore a 3.000 kilowatt. Inoltre, concorre al conseguimento, in un’ottica di sviluppo sostenibile, degli obiettivi relativi alla tutela, al miglioramento ed al risanamento ambientale dei bacini idrografici di pertinenza delle concessioni, all’equilibrio delle funzioni ecosistemiche, nonché all’incremento della produzione di energia da fonti rinnovabili. Provvedimento amministrativo di iniziativa di Giunta regionale “D.lgs. 03/04/2006 n. 152 e s.m.i. – art 9 della L.R. n. 45/2020. Riprogrammazione regionale delle Volumetrie residue derivanti dalla DGR n.110/8 del 02 07 2018”. Rinviato alla  prossima seduta l’esame delle due Risoluzioni iscritte all’ordine del giorno

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Inchiesta appalti sanità, Pettinari: dichiarazioni presidente Marsilio vergognose. Chieda scusa a magistrati e cittadini

“E’ inaccettabile leggere le parole di un Presidente di Regione che squalificano le azioni della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.