Chieti, cambio nella gestione dei parcheggi 

Il Consiglio comunale di Chieti, nella tarda serata di ieri, ha approvato la modifica dello statuto della societa’ partecipata pubblica Chieti Solidale che, secondo le indicazioni della Giunta comunale, dovra’ gestire i parcheggi a pagamento in citta’. La delibera e’ passata con i 15 voti della maggioranza, mentre i gruppi di minoranza hanno abbandonato l’aula. I parcheggi a pagamento a Chieti sono gestiti dalla societa’ Blu Parking in virtu’ di una convenzione che nel 2014 e’ stata oggetto di risoluzione con una determina dirigenziale: il Comune, infatti, contesta alla societa’ una serie di inadempimenti. Prima di poter affidare la gestione a Chieti Solidale, il Consiglio comunale dovra’ comunque esprimersi di nuovo allorquando alla sua approvazione verranno portati il Piano programma, una sorta di piano industriale sulla gestione dei parcheggi, e il contratto di servizio che leghera’ il Comune a Chieti Solidale. L’obiettivo dell’amministrazione comunale e’ di concludere tutti gli adempimenti entro il prossimo 31 ottobre. Per il sindaco Umberto Di Primio ”ieri il Consiglio comunale prendendo atto della risoluzione del 2014 del dirigente del Comune, che ha di fatto sciolto la convenzione con Blu Parking, ha finalmente ristabilito un punto di diritto all’interno della vita amministrativa: la Blu Parking – dice Di Primio – non rispettava il contratto, non rispetta il contratto, si appropria di somme che non potrebbe trattenere, perche’ sono l’aggio che deve essere versato al Comune, non paga le bollette per oltre 390 mila euro, non fa la manutenzione della scala mobile, soprattutto non ha realizzato il parcheggio per il quale in questi anni ha gestito tutto il sistema della sosta in citta’ ovvero parcheggi coperti e sosta a raso. E per questo – conclude Di Primio – abbiamo deciso di interrompere questo regime di illegittimita’ che esisteva nella nostra citta’ e di ricondurre la gestione in capo al Comune e lo faremo con Chieti Solidale”. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Fondi UE, Target di spesa raggiunti anche per il 2022

Nella spesa dei Fondi europei – Fesr, Fondo europeo di sviluppo regionale e FSE, Fondo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *