Federspecializzandi chiede il bonus per il personale sanitario impegnato in prima linea

FederSpecializzandi scrive al presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, chiedendo che il bonus che si sta pensando di elargire al personale sanitario impegnato in prima linea per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, sia destinato anche ai medici di formazione specialistica. Perche’, scrive nero su bianco in una lettera inviata al Governatore Andrea Fidanza di FederSpecializzandi L’Aquila, “sembra non siano stati considerati tra le figure beneficiarie”. Una richiesta condivisa anche dagli altri due rappresentanti dell’Osservatorio regionale per la formazione medico specialistica, la dottoressa Federica Evangelista e il dottor Pierluigi Di Giannatale, dell’Universita’ d’Annunzio. “L’emergenza- si legge- non ha fatto altro che confermare l’indispensabilita’ della nostra figura”. “Abbiamo sopperito- sottolinea Fidanza- alla carenza di personale di ruolo, partecipando alle attivita’ assistenziali accanto ad esso, ci siamo integrati alle turnazioni coprendo, e molto spesso superando, lo stesso monte ore. Molti colleghi e molte colleghe, dal primo all’ultimo anno, si sono trovati ad assistere pazienti Covid-19 esulando dalle proprie competenze specifiche”. I tre rappresentanti degli Atenei abruzzesi chiedono quindi congiuntamente che “le tutele e le misure a sostegno degli operatori sanitari coinvolgano anche gli specializzandi dal primo all’ultimo anno di formazione e i corsisti di medicina generale secondo le medesime differenziazioni che saranno adottate per tutti i professionisti che collaborano quotidianamente per garantire la Salute nella Regione”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Ricostruzione, vertice Legnini – Unioncamere

Il punto sugli interventi attuati a favore delle imprese dei territori colpiti dal terremoto del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *