Ferrovia, la Regione Abruzzo chiede l’arretramento della linea Adriatica

La Regione Abruzzo ha rappresentato al ministero delle Infrastrutture la posizione delle diverse amministrazioni locali interessate dal tracciato ferroviario della linea Adriatica. “Abbiamo chiesto di lavorare sull’arretramento della ferrovia per diminuire l’impatto acustico nelle aree abitate”, spiega il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, in riferimento alle richieste avanzate dal Comune di Francavilla.

“Il ministero ha accolto subito le sollecitazioni che abbiamo avanzato: oltre alla variante di Ortona è stato annunciato anche l’arretramento del tratto a nord della regione nel tratto compreso tra Alba Adriatica e Roseto degli Abruzzi – aggiunge Marsilio -. A questo si aggiunge l’avvio della progettazione del nodo di Pescara che coinvolgerà anche il tratto di Francavilla, sposando nel medio lungo termine l’arretramento di tutto il traffico cargo e quello relativo all’alta velocità. La Regione Abruzzo continuerà a lavorare, sollecitando il ministero, l’intero Governo e Rfi, perché per le ferrovie abruzzesi si spendano le risorse necessarie. Siamo partiti da zero, ottenendo i primi cinque miliardi che interesseranno la variante di Tollo, abbiamo quindi riportato al Ministero le richieste. La Regione Abruzzo ha quindi condiviso con il ministero una strategia che è quella che auspicano i Comuni. Lavoriamo al fianco dei Comuni affinché la progettazione possa essere avviata nella totalità della tratta ferroviaria interessata”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Buoni alimentari per celiaci, Pettinari: adeguarsi agli standard europei

L’Abruzzo è tra le uniche 4 regioni italiane che rimane ancorata all’utilizzo del cartaceo per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *