Firmate le convenzioni per i ‘Centri del riuso’

 Firmate a Pescara, le convenzioni tra la Regione e i rappresentanti dei 9 Comuni in cui saranno attivati i ‘Centri del riuso’. Si tratta di strutture in cui potranno essere conferiti oggetti che, considerati obsoleti e non piu’ utili dai proprietari che vogliono disfarsene, possono invece avere una seconda vita grazie a coloro che li andranno a ritirare e li impiegheranno in altri contesti. Per la rete sono stati stanziati circa un milione e 300mila euro, di cui 900mila euro a valere sul Fondo sviluppo e coesione e il resto a carico dei Comuni beneficiari. I Centri sorgeranno a Pescara, L’Aquila, Teramo, Montesilvano, Francavilla al Mare, Ortona, Vasto, Avezzano e Roseto degli Abruzzi. Ogni amministrazione ha elaborato un proprio progetto, che in tutti i casi prevede la realizzazione di un edificio in cui gli oggetti saranno immagazzinati, catalogati, esposti e distribuiti a chi ne fara’ richiesta, sulla base di un regolamento predisposto dai Comuni stessi. Tra gli obiettivi dell’ attivazione dei ‘Centri del riuso’, il principale e’ la riduzione di migliaia di tonnellate di rifiuti, che non entreranno nemmeno nel circuito dello smaltimento, con positive ricadute sia in termini ambientali, che economici. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Fondi UE, Target di spesa raggiunti anche per il 2022

Nella spesa dei Fondi europei – Fesr, Fondo europeo di sviluppo regionale e FSE, Fondo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *