Hotel Rigopiano, il sindaco Lacchetta: dramma anche per gli altri dipendenti

”Chiederemo la cassa integrazione in deroga alla Regione per i 21 dipendenti dell’hotel Rigopiano che non sono stati coinvolti dalla tragedia del 18 gennaio: la situazione e’ disperata per loro, che hanno perso tutto, compagni, amici e posto di lavoro”. Lo dice all’Ansa il sindaco di Farindola Ilario Lacchetta che oggi ha incontrato i lavoratori della societa’ che gestiva l’albergo devastato dalla valanga. ”Si tratta di cuochi, camerieri, addetti vari, piu’ gli stagionali, e faccio appello agli imprenditori della zona perche’ li aiutino con un lavoro – prosegue il sindaco – sono senza energie, quasi rassegnati, dentro ad un vuoto, non riescono ancora bene a metabolizzare quanto e’ successo. Lo stipendio di gennaio e’ forse l’ultimo che prenderanno e quindi chiedero’ alla Regione di aiutarli. Questo per noi e’ ancora il tempo del dolore. La settimana prossima – spiega – faremo un consiglio straordinario al quale inviteremo i parlamentari abruzzesi perche’ ci aiutino a entrare nel cratere sismico e dell’emergenza meteo, se no Farindola da sola non ce la fa”

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Fondi UE, Target di spesa raggiunti anche per il 2022

Nella spesa dei Fondi europei – Fesr, Fondo europeo di sviluppo regionale e FSE, Fondo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *