Tribunali minori d’Abruzzo, si apre uno spiraglio

Il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio interviene nuovamente in merito alla situazione relativa alla proroga dei tribunali minori per l’Abruzzo, esprimendo soddisfazione dopo il parere positivo formulato ieri dalla Commissione giustizia del Senato al disegno di legge di bilancio per l’anno finanziario 2022.

Il rapporto approvato contiene una importante osservazione in quanto viene evidenziato come tra le finalità della misura volta ad incrementare l’organico della magistratura ordinaria (art. 187), deve essere inclusa anche la prosecuzione della proroga dell’efficacia degli articoli 1 e 2 del decreto legislativo n. 155/2012 per i tribunali dell’Aquila e di Chieti e relative sedi distaccate. Il tema è stato sollevato, su impulso dello stesso Marsilio, dal senatore di Fratelli d’Italia Alberto Balboni, il quale nel corso della discussione in Commissione si è dichiarato favorevole all’adozione di una soluzione condivisa, denunciando ancora una volta la gravità della situazione delle sedi giudiziarie che pagano le conseguenze nefaste, in termini di efficienza del sistema amministrazione della giustizia, dovute anche al terremoto.

Non appena conclusa la sessione di bilancio il senatore Balboni, unitamente agli altri capigruppo, chiederà alla Presidenza del Senato che il disegno di legge contenente la proroga al settembre del 2024 della chiusura dei tribunali di Avezzano, Lanciano, Sulmona e Vasto venga assegnato in sede deliberante, circostanza che darebbe il via ad un iter legislativo accelerato direttamente in Commissione, senza quindi più la necessità di coinvolgere l’Aula del Senato. Su questa soluzione il Presidente del Senato ha da sempre assicurato la sua piena disponibilità.

D.A.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Ricostruzione, vertice Legnini – Unioncamere

Il punto sugli interventi attuati a favore delle imprese dei territori colpiti dal terremoto del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *