Un bando per il mercato coperto di Piazza Muzii a Pescara

Un bando per il mercato coperto di Piazza Muzii a Pescara per l’affidamento in concessione, la valorizzazione e l’utilizzo a fini economici di gran parte della struttura realizzata nel anni ’60. L’iniziativa è stata presentata nel corso di una conferenza stampa cui hanno preso parte il sindaco Carlo Masci, l’assessore al Patrimonio Maria Rita Carota, la dirigente comunale di settore Federica Mansueti e l’assessore al Commercio Alfredo Cremonese. Un percorso che chiama in causa operatori commerciali e realtà imprenditoriali non solo abruzzesi per dar vita a un nuovo corso del mercato che negli ultimi anni ha sofferto della crisi generale e che oggi necessita di essere rilanciato, essendo divenuta l’area centrale oltretutto meta di visitatori in numero crescente e di attività economiche di pregio. In sintesi il concessionario che si vedrà aggiudicare l’immobile potrà usufruirne per un periodo compreso tra i 10 e i trent’anni, garantendo però l’intervento di riqualificazione complessiva dello stabile (quindi anche della zona mercatale, attualmente in uso sul lato nord, che resterà di diretta gestione dell’amministrazione) comprendente non solo le parti in muratura perimetrali e interne, ma anche gli infissi e gli impianti elettrici e di condizionamento. Le opere minime previste che il privato dovrà garantire saranno scomputabili dai canoni di locazione per l’importo massimo di 2 milioni e 300 mila euro.

L’immobile da valorizzare è composto da due piani fuori terra: un piano rialzato di circa 2800 metri quadrati, oltre a un’area esterna di 530 metri, e il primo piano di circa 2115 metri quadrati; la superficie commerciale massima che andrà a bando è di circa 720 metri  al piano basso rialzato e di 1680 metri al piano primo. Il bando ha una scadenza fissata per la metà del mese di luglio.

«E’ una sfida che lanciamo – ha detto questa mattina il sindaco Carlo Masci – perché il mercato ha bisogno di interventi importanti dal punto di vista economico. Il Comune punta a far sì che il binomio con il privato possa realizzare l’obiettivo di restituire al centro cittadino una struttura riqualificata, dove poter quindi ospitare attività nuove e che non  rimanga per due terzi vuota come è accaduto finora. Io auspico la partecipazione di più soggetti al bando pubblico che è il frutto di quanto deliberato dal Consiglio comunale con la trasformazione degli spazi mercatali in spazi commerciali, sdemanializzando quindi tutta l’area. Un’operazione pubblico-privato che se andrà in porto ci permetterà quindi di riqualificare il mercato a costo zero per la comunità pescarese, creando le condizioni per creare nuove imprese lì dove oggi non ci sono. Vi è infatti nella situazione attuale la necessità storica di rivalorizzare  gli immobili pubblici coinvolgendo risorse private ed evitando che i costi ricadano sui cittadini».

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Inchiesta appalti sanità, Pettinari: dichiarazioni presidente Marsilio vergognose. Chieda scusa a magistrati e cittadini

“E’ inaccettabile leggere le parole di un Presidente di Regione che squalificano le azioni della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.